• Programmatic
  • Engage conference

25/09/2020
di Cosimo Vestito

Epic Games (Fortnite) acquisisce la piattaforma "kidtech" SuperAwesome

Il colosso dell'industria videoludica utilizzerà gli strumenti tecnologici della piattaforma per realizzare prodotti rispettosi della sicurezza e della privacy degli utenti più piccoli

1600809779704 (1).jpg

Epic Games, la software house creatrice del celebre videogioco Fortnite, ha acquisito SuperAwesome, piattaforma fornitrice di tecnologie per il trattamento dei dati personali degli utenti più giovani nell'ecosistema pubblicitario. Insieme, le due realtà, si legge nella nota, progetteranno un'ampia gamma di servizi "kid-safe".

"I più piccoli interagiscono in rete oggi più che mai e ora è il momento di investire sulla loro sicurezza. SuperAwesome è la società con cui gli sviluppatori vogliono lavorare per realizzare migliori contenuti online per i bambini. Condividiamo la convinzione che le esperienze digitali siano migliori quando si è disposti a fare un ulteriore sforzo per rispettare la privacy e siamo entusiasti di investire in questo futuro insieme al talentuoso team di SuperAwesome", ha dichiarato Tim Sweeney, Fondatore e Ceo di Epic Games.

La piattaforma Kids Web Services di SuperAwesome, una soluzione per la gestione del consenso parentale, aiuterà gli sviluppatori a progettare esperienze adatte a utenti di ogni età. Inoltre, con lo strumento AwesomeAds, essi potranno inserire sistemi di monetizzazione sicuri per i bambini all'interno dei loro prodotti videoludici.

«SuperAwesome continuerà ad operare come azienda a sé stante, non cambierà nulla nei nostri rapporti quotidiani e nel nostro servizio. Questo accordo significa ancora più supporto per i nostri clienti e partner e continui investimenti in soluzioni kidtech per sviluppatori, editori, pubblicitari, agenzie e proprietari di contenuti. Si tratta di un'enorme convalida del mercato kidtech e della necessità per tutte le aziende di assicurarsi di utilizzare soluzioni conformi per coinvolgere il pubblico under 16», ha dichiarato a Engage Costante Mancini, Business Director per l'Italia e la Spagna di SuperAwesome.

L'operazione segnala nuovamente quanto sia ormai cruciale la sicurezza dei più giovani su internet. Numerose autorità regolatrici nel modo stanno infatti concentrando le loro attività proprio sulla questione della privacy dei minori. Basti pensare alla decisione di YouTube di limitare l’erogazione di annunci targettizzati nei video per bambini e alla multa pagata da TikTok l'anno scorso negli Stati Uniti per aver violato il COPPA (Children’s Online Privacy Protection Act).

A fine maggio, la società ha stipulato con WPP un accordo globale finalizzato a garantire ai clienti della holding migliori standard di protezione della privacy nelle attività di comunicazione rivolte ai minori di sedici anni. 

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI