• Programmatic
  • Engage conference

29/05/2020

Wpp Group: accordo con SuperAwesome per una pubblicità “kid-safe”

La società tecnologica, specializzata nel trattamento dei dati personali dei più piccoli, è guidata nel nostro Paese da Costante Mancini: «Accordo che rafforza ulteriormente la nostra presenza sul mercato italiano»

Costante Mancini

Costante Mancini

Assicurare ai propri clienti che si rivolgono al target kids i più elevati standard di protezione della privacy. Con questo obiettivo WPP ha stretto un accordo globale con SuperAwesome, piattaforma fornitrice di tecnologie “kid-safe”, finalizzato a migliorare i criteri del trattamento dei dati personali dei minori di sedici anni nell'ecosistema pubblicitario. Con questa partnership WPP diventa la prima holding di comunicazione a fissare dei canoni elevati in materia di privacy digitale e sicurezza per i bambini in ambito pubblicitario, si legge nella nota che annuncia l'accordo. La collaborazione, che mira a correggere gli squilibri dell'infrastruttura dell'internet odierno, progettato originariamente per gli adulti, aiuterà i marchi ad agire in ottemperanza alle nuove norme globali sulla privacy (per esempio il COPPA negli Stati Uniti e la GDPR-K in Europa, per citarne alcune), ideate specificamente per proteggere sulla rete i bambini e assicurare che per raggiungerli sia impiegata esclusivamente tecnologia zero-data. Le agenzie e i clienti di WPP avranno quindi accesso agli strumenti e alle competenze "kidtech" di SuperAwesome, incluso il programma di certificazione KidAware che assicura che il coinvolgimento online sia conforme alle ultime legislazioni e agli standard pubblicitari in materia di privacy.

SuperAwesome già operativa in Italia

SuperAwesome, guidata e fondata a Londra sette anni fa dall'imprenditore tecnologico Dylan Collins, è proprietaria di soluzioni kid-safe per pubblicità e monetizzazione, social media e community, gestione del consenso parentale e certificazione su tutti i livelli di interazione digitale. La società collabora inoltre da diversi anni con Rubicon Project, con cui ha lanciato REX, un video ad exchange premium che permette alle aziende di pubblicizzare i loro prodotti agli under-13 rispettando le normative degli Stati Uniti. A gennaio, a conferma di quanto il tema della privacy online dei più piccoli sia divenuto importante per il settore (basti pensare alla decisione di YouTube di limitare l’erogazione di annunci targettizzati nei video per bambini), ha raccolto 17 milioni di dollari da M12, il fondo di venture capital di Microsoft. La struttura impiega globalmente 165 persone, con uffici in Regno Unito, Australia e America Latina, ed è operativa anche nel mercato italiano. A rappresentare la società nel nostro Paese, oltre che in Spagna, è il Business Director Costante Mancini, impegnato nel suo ruolo da circa due anni. In Italia, SuperAwesome lavora già con le principali agenzie e i maggior marchi la cui comunicazione è destinata principalmente ai più giovani e alle famiglia, come Disney e Nintendo. Costante Mancini «Il momento storico che stiamo vivendo è davvero senza precedenti e sta trasformando radicalmente l'interazione dei bambini e delle famiglie con i mezzi digitali. Questa partnership strategica, ora più che mai, andrà a rafforzare ulteriormente la nostra presenza sul mercato italiano fornendo a clienti ed agenzie strumenti kid-safe per avvicinarsi alle famiglie ed i bambini, in modo efficace e sicuro, ma garantendo comunque l'intrattenimento», ha commentato Mancini.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI