• Programmatic
  • Engage conference

06/04/2021
di Lorenzo Mosciatti

Calcio, la Serie A sceglie Infront per i diritti esteri del prossimo triennio

Alessandro Giacomini

Alessandro Giacomini

Dopo aver scelto Cbs Broadcasting per gli Stati Uniti (per 63 milioni di euro all’anno), la Lega Serie A ha ora deciso che sarà Infront ad occuparsi della gestione dei diritti nel mondo della Serie A del prossimo triennio.

L’incarico non riguarda il Nord America e i paesi del Medio Oriente e Nord Africa.

L’assemblea dei club di Serie A ha assegnato all’unanimità il pacchetto 2021-24 a Infront a fronte di un minimo garantito annuo di 139 milioni di euro. Europa, Africa subsahariana, Asia, Oceania, Centro e Sud America sono le aree geograifiche oggetto dell’accordo, che riguarda la commercializzazione dei diritti audiovisivi internazionali sia campionato sia della Coppa Italia.

"L'offerta vincente si basa sull'ampliamento dell'esposizione della Serie A in nuovi mercati, sulla creazione di migliori relazioni con i distributori di contenuti, sull'incremento del valore globale delle sponsorizzazioni della Serie A e sull'aumento dell'attrattiva internazionale dei marchi della Lega e dei suoi club", si legge nella nota stampa. 

“Ringraziamo Lega e tutti i Club per la fiducia che ci hanno accordato e per il riconoscimento del nostro grande impegno, che nel corso degli anni ci ha visti fianco a fianco per far crescere la Serie A sia a livello nazionale, sia sul mercato internazionale", sottolinea Alessandro Giacomini, Managing Director di Infront Italy. "L’accordo approvato oggi dall’assemblea si basa su una strategia globale e un'offerta finanziaria supportata dal forte sostegno del Gruppo Wanda".

A questo punto mancano all’appello i diritti audiovisivi dell’area Medio Oriente e Nord Africa, per i quali sono in corso in questi giorni le trattative private.

L’incassi complessivo al momento è attorno ai 210 milioni su base annua, mentre nel triennio che sei chiuderà con la stagione in corso i club hanno incassato, sotto la regia di Img, 345 milioni all’anno.


Leggi anche: RIVOLUZIONE NEL CALCIO: ASSEGNATI A DAZN I DIRITTI DELLA SERIE A PER 840 MILIONI DI EURO A STAGIONE


Sul fronte nazionale, dopo che i team della Serie A non hanno accettato l'ultima proposta di Sky Italia, si attende infine la pubblicazione del nuovo bando per l’assegnazione dei diritti di trasmissione in co-esclusiva di tre partite a giornata del campionato.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI