• Programmatic
  • Engage conference

04/09/2020
di Alessandra La Rosa

Nel nuovo spot, Apple mostra cosa succederebbe se le informazioni sui nostri telefoni fossero pubbliche

L’azienda della mela morsicata punta ancora una volta sul tema privacy nella sua nuova campagna, pianificata in 25 Paesi nel mondo

apple-spot.jpg

Direste a uno sconosciuto al cinema quali sono le credenziali che utilizzate per loggarvi sui siti? Urlereste in un megafono il numero della vostra carta di credito? Raccontereste a una cameriera al ristorante che avete acquistato vitamine per la gravidanza e quattro test, magari davanti a un ignaro partner?

Sono solo alcune delle situazioni rappresentate nel nuovo spot Apple, che mostrano come certe informazioni personali siano così tanto “private” che non dovrebbero essere condivise. L’azienda della mela morsicata torna ancora una volta sul tema privacy nella sua nuova campagna pubblicitaria, per sottolineare come la propria policy sia sempre attenta al rispetto della vita privata dei propri consumatori.

Lo spot si intitola “Over Sharing” e sarà pianificato in 25 mercati a livello globale su tv, digital e affissione. Realizzato in varie versioni, dal preroll di 6 secondi al filmato di un minuto, porta la firma di TBWA\Media Arts Lab, ed è per Apple il quarto di una serie di soggetti tutti incentrati sul tema della privacy, in una campagna che preso il via lo scorso anno.

Di seguito lo spot nella versione in inglese.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI