• Programmatic
  • Engage conference

19/12/2022
di Teresa Nappi

Nasce Hulda, società attiva nella filtrazione dell’acqua. Al via a gennaio il pitch per il media

Il brand è già on air sui social, «ma prevediamo nel nuovo anno iniziative di più ampio respiro», spiega il Marketing Manager Mattia Procopio. Tokay Studios e Lemonpie sono le agenzie scelte rispettivamente per creatività e tech

Mattia Procopio è Marketing & Communication Manager di Hulda

Mattia Procopio è Marketing & Communication Manager di Hulda

Nasce Hulda, nuovo player italiano attivo nel mercato della filtrazione domestica dell’acqua, e si prepara al suo debutto in comunicazione con uno stile leggero e “sciolto”.

«Hulda è sinonimo di rivoluzione, così come il suo modo di comunicare e di approcciarsi al cliente, in modo unico e distintivo. Il mercato in cui esordiamo è un po’ polveroso - spiega a Engage Mattia Procopio, Marketing & Communication Manager della realtà -. Ecco perché il nostro obiettivo è distinguerci con una comunicazione che sia fresca e diretta».

L’azienda milanese, guidata dall’Amministratore Delegato Marilina Salcuni, propone dunque una soluzione green per fornire acqua buona e sana per tutte le case degli italiani, riducendo al contempo sprechi e azzerando il consumo di bottiglie in plastica.

«Oggi più che mai le persone cercano soluzioni che semplifichino la propria vita. Grazie ai nostri sistemi di filtrazione vogliamo alleggerire la vita degli italiani, liberandoli dal peso dell’acquisto, trasporto e stoccaggio delle pesanti e ingombranti casse d’acqua. Seguendo la linea della semplificazione abbiamo deciso di creare un brand che parlasse la stessa lingua delle persone, in modo semplice, chiaro e distintivo. La comunicazione e l’immagine di Hulda sono volutamente unconventional per un semplice motivo: Hulda vuole rivoluzionare il mercato. Un obiettivo ambizioso che abbiamo deciso di perseguire sviluppando qualcosa di nuovo, di mai visto prima», spiega ancora Mattia Procopio.

Tokay Studios firma la creatività, Lemonpie lo sviluppo Tech

I partner identificati che accompagneranno il brand nella sua crescita e diffusione sul mercato italiano sono Tokay Creative Studios, agenzia pubblicitaria capitanata da Antonino Rao, scelta come partner creativo e strategico anche per la gestione della comunicazione social, e Lemonpie Tech House guidata dal CTO Matthew Mazzoleni, per il comparto Tech.

A quest’ultima realtà, in particolare, è stato affidato l’incarico relativo allo studio e lo sviluppo delle properties digitali, come sito web e app mobile, a breve live sugli store iOs e Android: «Quanto abbiamo realizzato è stato possibile solo ponendo al centro il cliente di Hulda, creando strumenti di valore che possano veramente semplificare gesti quotidiani», spiega Mazzoleni di Lemonpie. «Innovare in questo settore significa non avere il timore di ripensare anche i gesti più semplici, sfruttando tutte le possibilità che la tecnologia oggi presente negli smartphone e nelle nostre abitazioni ci offre. Abbiamo sfruttato la nostra esperienza in ambito tecnologico per concretizzare l'idea di rivoluzione che Hulda ha posto come elemento fondamentale della collaborazione».

Della squadra di Lemonpie al lavoro per il cliente Hulda troviamo, oltre al CTO Matthew Mazzoleni, Marco Kumanaku (Front End Developer), Francesco Leoni (Mobile & iOS Developer) e Simone Mapelli (Mobile & Android Developer).

«Hulda abbraccia con convinzione un messaggio che abbiamo deciso di comunicare sin da subito alla fluida community del brand: celebrare l’unicità di ogni singolo individuo, uniti tutti da un unico comune denominatore, semplice ma di vitale importanza, l’acqua», spiega poi Antonino Rao di Tokay Creative Studios. «Siamo orgogliosi di aver contribuito alla nascita di questo brand e di poterlo accompagnare in tutte le attività di comunicazione a 360°, dai canali tradizionali, fino ad arrivare al digital e social, in modo coerente e seguendo sempre la direzione che ci siamo prefissati, ovvero, informare per intrattenere l’utente facendolo divertire e, soprattutto, divertendoci».

«Penso che l’eccellente sinergia tra Tokay e Hulda sia il segreto dell’ottimo risultato che siamo tutti insieme riusciti a ottenere», aggiunge poi Claudio Parisi, Account Manager di Tokay Creative Studios. «Durante i nostri brainstorming, a un certo punto, non si distinguono più i diversi team. Siamo tutti giocatori della stessa squadra. È gratificante e divertente lavorare in questo modo».

Parisi continua poi soffermandosi sull'idea alla base del progetto realizzato per l'azienda: «La strategia creativa ideata per Hulda prevede un linguaggio semplice mosso da un approccio estremamente confidenziale. Il target di riferimento abbraccia persone con stili di vita salutari e sostenibili e, soprattutto persone che sposano la filosofia dello #ZeroSbatti. Hulda possiede un carattere ben definito, già dalla sua nascita si può definire il brand con più personalità nel mercato della filtrazione dell’acqua».

Nel team di Tokay Creative Studios dedicato a Hulda figurano, oltre ad Antonino Rao e Claudio Parisi, anche Daniele Messineo (Art Director), Costanza Zangla (Graphic Designer), Giulia Pirrone (Social Media Manager), Mario Calvaruso (Digital Strategist) e Margaret "Peggy" Olson (Copywriter).

Al via a gennaio una consultazione per la ricerca del partner media

Tornando a Mattia Procopio, il manager rivela: «A gennaio 2023 verrà avviata una consultazione per definire il partner media di Hulda. L’agenzia che selezioneremo seguirà il brand nel suo percorso di costruzione di awareness per poi passare allo studio e alla definizione di un planning che ci permetta di diffondere in modo mirato sul nostro target di riferimento e di acquisire lead qualificate», specifica il manager.


Leggi anche: TUTTE LE ULTIME NEWS SULLE GARE DEL SETTORE PUBBLICITARIO


Il budget è in fase di definizione: «Ragioneremo di questo anche con il nostro nuovo partner. Intanto, abbiamo stanziato un piccolo budget per l’avvio di una prima comunicazione sui social, ma poi il tutto sarà meglio definito con l’avvio del nuovo anno, nel corso del quale abbiamo intenzione di avviare una campagna di comunicazione di più ampio respiro, seppur mirata», conclude il manager.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI