• Programmatic
  • Engage conference

28/02/2019
di Andrea Salvadori

Gruppo Alpitour investe su Bravo Club con piani digital e campagne influencer

Nuova immagine e nuova offerta per il brand di villaggi del gruppo controllato da Tamburi. Andrea Cortese, Chief Marketing & Digital Officer, anticipa la strategia di comunicazione. Wavemaker, Buzzoole, Eggers 2.0 e BCube tra i partner pubblicitari

Andrea Cortese

Andrea Cortese

Gruppo Alpitour focalizza gli investimenti del 2019 su Bravo Club e punta sul digitale nella sua strategia di relazione con il consumatore. Nato nel 1996, il brand di villaggi ha registrato nel 2018 un incremento di fatturato a doppia cifra, facendo viaggiare 110.000 clienti, con una crescita dei passeggeri che supera il 21% rispetto al 2017. I riscontri positivi ottenuti sul mercato hanno spinto il management del Gruppo Alpitour a rafforzare quest’anno l’offerta dei 19 resort Bravo Club presenti in giro per il mondo. Tante le novità di prodotto annunciate oggi a Milano, dall’animazione alla cucina (lo chef televisivo Simone Rugiati firmerà ad esempio una selezione di 20 primi pensati per la clientela dei villaggi) passando per i miniclub e le attività sportive. E tante novità anche sul fronte dell’immagine e della comunicazione. «La prima novità è il catalogo, divenuto da quest’anno un vero e proprio magazine», spiega al riguardo Andrea Cortese, Chief Marketing & Digital Officer Gruppo Alpitour. «Abbiamo pensato di realizzare un prodotto cartaceo caratterizzato da un formato più grande, da pagine patinate con fotografie evocative e di ampio respiro, in modo da poter raccontare il mondo Bravo Club con fascino e suggestione». Il catalogo, un progetto che porta la firma dell’agenzia Eggers 2.0, «vive naturalmente anche sui canali digitali, a partire dal sito, dove ogni struttura potrà contare su una pagina dedicata che contiene quelle informazioni più tecniche che in genere si trovano sul cartaceo». Le agenzie in questo caso sono Domino Interaction Agency e sixeleven. L’offerta dei villaggi Bravo Club sarà quindi al centro di una campagna pubblicitaria che vivrà prevalentemente sul mondo online, sia con attività di influencer marketing, di cui si occuperà Buzzoole, sia con pianificazioni mirate ai diversi target dell’operatore anche con il ricorso al programmatic. Il planning digitale è seguito da un team interno al Gruppo Alpitour, mentre Wavemaker, la centrale di GroupM incaricata sul fronte dei media offline, si sta occupando di una campagna out of home (sempre realizzata da Eggers 2.0) che sarà visibile a Milano, Torino e Verona, le città dove partono e arrivano i voli di Neos, la compagnia aerea di Gruppo Alpitour. Le attività social di Bravo Club possono quindi contare sul supporto di BCube, l'agenzia di Publicis Groupe che dal 2018 è diventata partner di riferimento dell'azienda in quest'area di attività. Nel corso dell’anno Gruppo Alpitour promuoverà anche gli altri marchi che fanno parte della sua articolata offerta, in particolare Alpitour e Franco Rosso. «In questo caso i piani di comunicazione saranno esclusivamente digitali, con il possibile ricorso alla radio per il sostegno ad eventuali iniziative promozionali», conclude Cortese. Gruppo Alpitour, controllato da Asset Italia, il veicolo creato da Tip, la merchant bank di Giovanni Tamburi, aumenterà infine quest'anno i suoi investimenti in comunicazione con una forte crescita della componente digitale.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI