• Programmatic
  • Engage conference
29/06/2022
di Martina Ponsa - Responsabile Editore di DSI Design

Aprire e gestire un ecommerce che funziona: cosa c'è da sapere

ecommerce.jpg

Nella sezione "opinioni" Engage ospita articoli di approfondimento sui temi caldi del digital scritti da esponenti di questo settore. In questo contributo si parla di come aprire e gestire un e-store.


Il mondo lavorativo degli eCommerce è ancora relativamente nuovo, tuttavia costituisce già una realtà importante all'interno dell'economia italiana e mondiale, nonché un'interessante opportunità per chi volesse aprire un sito di vendite.

Certamente, ogni attività lavorativa è dominata da regole da seguire pedissequamente per non naufragare subito, e gli eCommerce non si discostano da questo schema... e perché dovrebbero?

Di conseguenza, il primo passo riguarda l'informazione; prima di cominciare questa nuova avventura economica, è essenziale conoscerla in ogni sua forma e nei più piccoli particolari: le leggi che la regolano, i vari step che vanno dalla messa in vendita alla ricezione del prodotto da parte del cliente, i possibili rischi, e così via.

L'informazione è la chiave per il successo

Ci sono molti modi per costruire un sito di vendita online e, mentre i sistemi più economici sembrano invitanti, spesso non sono i più affidabili, in quanto limitanti nelle possibilità di personalizzazione grafica e tecnica. La scelta migliore è certamente affidarsi a dei professionisti del settore, come DSI Design, web agency a Torinoesperta nella realizzazione di piattaforma eCommerce. Queste aziende sono in grado di captare le esigenze del cliente e creare un eCommerce su misura, che sappia coniugare praticità e chiarezza insieme a un'impronta totalmente personalizzata.

I vantaggi di possedere un negozio digitale sono molteplici e ci appaiono subito chiari: la possibilità di raggiungere clienti oltre i propri limiti geografici e di avere orari più flessibili rispetto a un negozio fisico, insieme ai costi di gestione minori. Un'altra soluzione è coordinare un eCommerce in dropshipping, che permette di gestire un'attività commerciale senza dover disporre di un magazzino, ma affidandosi interamente a fornitori esterni.

Questo però non deve farci credere che il commercio digitale non sia esente da rischi, soprattutto di natura economica! Ecco perché la chiave per non commettere errori resta l'informazione.

È sempre e comunque saggio redigere in anticipo un piano finanziario, che preveda i costi di creazione e mantenimento del sito, di tutte le operazioni fiscali e legali da attuare, i costi per procurarsi e poi spedire la merce e, ultimo ma non meno importante, le spese per le attività promozionali, al fine di farsi conoscere da più persone possibili.

I prodotti giusti per il giusto target

Una volta stabilito dove e come vendere... bisogna capire cosa! L'eCommerce permette ovviamente di commerciare in beni non materiali (un esempio tipico sono gli ebook), ma è anche molto comune la vendita di oggetti fisici da spedire ai compratori. Qualunque sia la stazza di ciò che si vende, bisogna avere da subito molto chiari modalità e costi di spedizione, per essere certi che ogni vendita non faccia spendere più di quanto si guadagna.

In secondo luogo, qual è il target a cui ci si rivolge vendendo? È sempre bene immaginare chiaramente il “cliente tipo” per l'eCommerce, al fine di essere un negozio molto specifico e originale, pronto a spiccare e non a perdersi tra altri mille siti. Anche per questo motivo, è sempre meglio che i vari prodotti in vendita abbiano una sorta di coerenza tra loro, e che siano appetibili per un determinato tipo di clientela, da definire in anticipo.

Per riuscire davvero a farsi notare per la propria originalità e il proprio stile unico, vanno studiati accuratamente sia i potenziali clienti, che i competitor già sul mercato.

Promuovere il proprio sito eCommerce per farlo risaltare

Adesso che l'eCommerce è pronto... bisogna farlo conoscere! La promozione infatti è un elemento fondamentale e non va mai sottovalutata. Anche in questo frangente ci si può rivolgere a delle web agency specializzate, che possano suggerire i metodi più adatti per farsi notare maggiormente nel vasto mondo del web: Link Building, pagine ottimizzate Seo, Google Ads, e altro ancora.

Si possono inoltre sfruttare i social media, come Facebook o Instagram, per promuovere i propri prodotti con dei post ad hoc e per stabilire un contatto più diretto con i propri clienti, mostrando che esiste un “lato umano” oltre al brand.

Ora che conoscete tutti i punti chiave per aprire e gestire un eCommerce, dovete solamente scegliere in quale ramo lanciarvi: c'è solo l'imbarazzo della scelta!

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI