• Programmatic
  • Engage conference

01/07/2019
di Caterina Varpi

PromoQui: le attività promozionali diventano smart

Rispetto alla promozione pubblicitaria tradizionale, il volantino digitale sfrutta le tecnologie di proximity advertising per creare campagne multicanale

PromoQui-600X400-1.jpg

Se è vero che le nuove tecnologie stanno ridefinendo i processi di vendita, attraverso l’integrazione dei canali fisici con i nuovi canali digitali, l’innovazione digitale nel mondo del retail passa anche dalla trasformazione delle attività promozionali. Il digitale è uno strumento prezioso per proporre agli acquirenti un’esperienza più personalizzata e coinvolgente nella ricerca e comparazione di offerte, sconti e iniziative promozionali attraverso contenuti innovativi, economici e ad alto impatto, che garantiscono una visibilità più efficace alle offerte promozionali. PromoQui, nata dalla fusione a fine 2018 tra PromoQui e VolantinoFacile, consente di semplificare la gestione delle attività promozionali, in grado di seguire ed orientare i consumatori nel percorso dedicato agli acquisti fino ad accompagnarli all’interno dello store, grazie al volantino digitale interattivo. Per aiutare i retailer a risolvere le sfide del mondo digitale, PromoQui “offre al retail uno strumento estremamente efficace, misurabile e più economico del volantino cartaceo, in grado di dialogare in modo interattivo con un bacino di potenziali consumatori molto ampio (6,5 milioni di utenti unici al mese), altamente qualificato e caratterizzato da elevata intenzione di acquisto” spiega il Ceo, Milo Zagari. Rispetto alla promozione pubblicitaria tradizionale, il volantino digitale sfrutta le tecnologie di proximity advertising per creare campagne multicanale (via app, smartphone, desktop, tablet), ad alta tracciabilità, personalizzate, mirate e interattive. Le due property PromoQui.it e VolantinoFacile.it avvicinano agli store del retail un consumatore iper-profilato, geolocalizzato e caratterizzato da elevata propensione di acquisto. “Le soluzioni di proximity marketing offerte da PromoQui – spiega Constantin Wiethaus, Ceo del gruppo – permettono di completare la filiera dell’info-commerce tracciando il consumatore in qualsiasi posizione geografica, non solo nella fase iniziale dove organizza gli acquisti sfogliando il volantino digitale, ma anche mentre si reca verso il negozio, mentre si trova nel negozio e mentre interagisce con un specifico prodotto all’interno del negozio”. In questo modo, PromoQui semplifica la gestione delle attività promozionali mettendo a disposizione dei retailer formati smart che forniscono dati su chi ha letto, dove, quando e per quanto tempo sono state consultate le offerte, che permettono di interagire con i singoli prodotti e attivare un acquisto direttamente dal volantino e che stimolano all’acquisto i lettori in prossimità del negozio tramite push notification. Secondo dati elaborati da ComScore, dopo la fusione le due property del gruppo superano le 16 milioni di visite al mese, intercettando con le offerte dei retailer più di 6,5 milioni di utenti unici al mese e più di 10 milioni con i servizi di proximity dall’app. Un audience fedele e consolidato, con una percentuale ridottissima di sovrapposizione tra le due piattaforme (pari ad appena il 2% dei browser unici totali secondo una ricerca di Nielsen).

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI