• Programmatic
  • Engage conference

26/03/2020

Madvertise lancia l’header bidding in-app sulla piattaforma di ad-serving proprietaria

La piattaforma BlueStack consente agli editori di monetizzare in autonomia i propri spazi pubblicitari app e web sia in modalità di vendita diretta che programmatic

logo-bleumadv-02.png

Madvertise Group espande la propria offerta AdTech con la piattaforma self-service proprietaria BlueStack. Come primo passo nel 2020, la concessionaria mobile apre la piattaforma di SaaS ad serving ai propri editori, esistenti e nuovi. BlueStack consente ai publisher di monetizzare in autonomia i propri spazi pubblicitari app e web sia in modalità di vendita diretta che programmatic. Inoltre, BlueStack è una data-based SSP che consente di monetizzare direttamente i Location data delle app restando conformi al GDPR, offrendo così un'ulteriore opportunità di guadagno indipendente dalle campagne pubblicitarie. Grazie all’header bidding (Parallel Bidding) in-app, gli editori possono massimizzare il valore dello spazio pubblicitario all’interno di una soluzione flessibile e altamente personalizzabile. Oltre a maggiori revenues e fill-rate superiori alla media, Madvertise offre agli editori un vantaggio strategico importante: aumentare l'indipendenza dai Big statunitensi che dominano il ​​mercato come Google, Facebook e Amazon, in particolare per i piccoli e medi editori. Allo stesso tempo, questi Ad Exchange o network fanno comunque parte della tecnologia BlueStack come importanti, ma non uniche, fonti di monetizzazione. I network che attualmente non supportano l’header bidding in-app continueranno a essere inseriti nella classica logica waterfall per riempire gli spazi disponibili. La piattaforma è attualmente in uso in Germania, Francia e Italia ed è già stata integrata in oltre 200 applicazioni premium europee del network Madvertise, come le app del gruppo Funke, Rakuten e Météo France. In futuro, BlueStack verrà integrata con la funzionalità di DSP self-service cosicché i clienti, le agenzie e gli adnetwork possano acquistare, raggiungere e perfezionare i target group accessibili attraverso l’acquisto in programmatic.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI