• Programmatic
  • Engage conference

22/10/2018
di Lorenzo Mosciatti

Indra si rafforza con le competenze digital, Seo ed ecommerce di Softfobia

Il gruppo spagnolo guidato nel nostro paese da Pedro García si assicura gli asset della società italiana fondata da Fabrizio Cocco che andranno ad arricchire l'offerta Minsait

Pedro Garcia e Fabrizio Cocco

Pedro Garcia e Fabrizio Cocco

Indra, una delle principali società di tecnologia e consulenza in Europa e America Latina, rafforza le proprie capacità nel mercato italiano con l’incorporazione dei 50 professionisti di Softfobia, specializzati nello sviluppo di soluzioni digitali nei settori dell'e-commerce, del web marketing, della pianificazione strategica e del posizionamento e ottimizzazione di digital asset. L'incorporazione del team consente di aumentare le capacità di Minsait, la società di Indra operativa nella consulenza negli ambiti della Digital Transformation e delle Information Technologies, aggiungendo nuove soluzioni e referenze al proprio portfolio, in particolare nei settori Media e Industrial & Consumer Markets. Il team di Softfobia manterrà la propria struttura e il proprio brand, preservando i vantaggi competitivi che l'hanno contraddistinta sul mercato italiano. Indra beneficerà dell’arrivo di un gruppo di esperti con esperienze e competenze fortemente complementari a quelle già possedute in Italia. Il gruppo che entra a far parte di Indra è specializzato nella progettazione e gestione di portali web, tra cui lo sviluppo di architetture, la progettazione grafica, il content management, le attività Seo ed e-commerce. Inoltre, ha prodotti di gestione dei contenuti proprietari, soluzioni di digital engagement e piattaforme di gamification. "L'operazione conferma la vocazione di Indra al contribuire, con la sua tecnologia e innovazione, allo sviluppo e alla digitalizzazione dell'Italia, dove ha mantenuto una crescita sostenuta negli ultimi anni", spiega Pedro García, amministratore delegato di Indra in Italia. "Il team che entra a far parte di Indra parteciperà al rafforzamento dei driver che hanno guidato la nostra crescita nel paese negli ultimi anni, migliorando il portafoglio di soluzioni e servizi di Minsait, la nostra società per il mercato IT; riorientando la nostra esperienza in aree di alto valore e impatto per i clienti; aumentando la capacità di attrarre i migliori talenti e consolidando la nostra presenza commerciale nel nord del paese, specialmente nei settori Media e Industry". In Italia Indra ha circa 900 professionisti che lavorano presso le sedi di Roma, Napoli, Matera e Milano, quest’ultima inaugurata recentemente a seguito della strategia di espansione nel paese. "Grazie alla nostra capacità di innovazione e al nostro talento creativo, in Softfobia siamo riusciti a conquistare negli anni la fiducia di clienti molto importanti, sia sul mercato italiano che su quello internazionale", dichiara Fabrizio Cocco, fondatore di Softfobia. "L'unione con Indra ci consente di compiere un ulteriore passo in avanti, con l'obiettivo di continuare a crescere raggiungendo mercati e clienti che solo un gruppo leader e il suo ecosistema possono garantire. Indra ha scommesso sul talento dei nostri professionisti, cresciuti con l'azienda in Sardegna, da dove potranno continuare a sviluppare le loro competenze".

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI