• Programmatic
  • Engage conference

05/09/2019
di Alessandra La Rosa

Havas Group acquisisce l'agenzia Buzzman

La sigla, rinomata a livello europeo, rimarrà indipendente mantenendo management e uffici, ma potrà contare su supporto e investimenti della holding

Georges Mohammed-Chérif e Yannick Bolloré

Georges Mohammed-Chérif e Yannick Bolloré

Havas Group fa shopping. La holding pubblicitaria ha acquisito il 51% delle quote di Buzzman, agenzia creativa indipendente francese. Una mossa che, si legge in una nota, "rinforzerà ulteriormente l'eccellenza creativa del gruppo e porterà a bordo un team altamente talentuoso e all'avanguardia". Buzzman è stata fondata nel 2006 da George Mohammed-Chérif, con l'intenzione di combinare creatività e una conoscenza avanzata dell'engagement dei consumatori.  Da allora l'agenzia è diventata una delle sigle indipendenti più premiate nel mercato, e considerata tra le più intraprendenti e creative in Europa. Basata a Parigi, Buzzman oggi conta 140 professionisti e un margine lordo di 12,3 milioni di euro, e lavora con clienti del calbro di Burger King, Ikea, Mondelez (Oreo, Milka), EasyJet, L’Oréal (Diesel, Puma Fragrances, Garnier), Huawei, PayPal, BMW e altri. L'agenzia diventerà parte della divisione creativa di Havas Group, pur mantenendo la sua indipendenza e i suoi uffici, e potrà contare sull'appoggio della holding per investimenti in talenti e strumenti creativi. A guidarla sarà ancora l'attuale squadra manageriale, guidata da Georges Mohammed-Chérif. «Sono orgoglioso e soddisfatto che Buzzman entri a far parte di Havas - commenta Yannick Bolloré, Chairman e CEO di Havas Group -. Benvenuti a bordo! Georges è stato uno dei primi pionieri della pubblicità a vedere le enormi opportunità offerte dal digital. Ha preso tutte le giuste decisioni e compiuto un passo coraggioso nel momento ideale, lanciando una startup che da allora è diventata una forza creativa riconosciuta in Francia e fuori. Questo accordo si lega perfettamente con la nostra determinazione a posizionare Havas nel punto di convergenza tra la comunicazione e l'intrattenimento, dal momento che siamo diventati parte di Vivendi».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI