• Programmatic
  • Engage conference

09/06/2021
di Andrea Di Domenico

Con Green GRP, Mediaplus promuove la pubblicità “a impatto zero”

L’agenzia media di Serviceplan, Orogel, Smartclip e Climate Partner insieme per un’iniziativa che rende la pubblicità climaticamente neutra: ecco come funziona

Green GRP (1).png

E’ un problema di cui si parla sempre di più: la produzione e la distribuzione di pubblicità creano una quantità rilevante di CO2. Mediaplus, l’agenzia media del gruppo Serviceplan, si è fatta promotrice di uno speciale break pubblicitario, chiamato “Green GRP”: si tratta di un'iniziativa che ha debuttato il 5 giugno in occasione della Giornata Mondiale dell'Ambiente delle Nazioni Unite e che consente alle aziende di compensare compensare le emissioni causate dalla pubblicità, rendendola così “a impatto zero”.


Leggi anche: EVOLVERE INSIEME AL MERCATO: OGURY E MEDIAPLUS AL PROGRAMMATIC DAY


Nel nostro Paese, l’iniziativa ha preso il via con una campagna Orogel con la partecipazione di Smartclip e grazie al contributo di ClimatePartner, uno dei principali fornitori di servizi alle aziende nel campo della protezione del clima.

Il modello di calcolo alla base Green GRP, sviluppato in collaborazione con ClimatePartner, determina l'impronta di CO2 individuale di ciascun media mix e la quantità di compensazione richiesta in relazione a ciascun progetto a diversi progetti green attivi in paesi in via di sviluppo. Attraverso il “World’s First Carbon Neutral Ad Breaks”, Mediaplus vuole attirare l'attenzione sul fatto che il Green GRP può compensare l'inevitabile impronta di carbonio causata dalla pubblicità.

L’iniziativa è partita contemporaneamente in 5 giugno in Germania, Austria e Francia e Italia. Nel nostro Paese è stata lanciata con lo spot Orogel Green, che sottolinea l’impegno dell’azienda nel promuovere e sostenere politiche ambientali rivolte a tutti i settori della filiera produttiva, in onda fino al 30 giugno attraverso il circuito Smartclip sui canali Sport Italia, Donna, Alice e Marcopolo. Grazie alla collaborazione con ClimatePartner, la campagna sarà Carbon neutral e le emissioni di CO2 derivanti dai vari canali di comunicazione verranno totalmente compensate supportando progetti certificati in Rwanda.

“In Mediaplus crediamo nel potenziale trasformativo dell’intelligenza collettiva: la somma dei nostri piccoli gesti può concretizzare i nostri sogni e generare il cambiamento che desideriamo - commenta Vittorio Bucci, Ceo Mediaplus Italia: . Ecco perché siamo tutti in prima linea, come individui e come agenzia, nell’agire per rendere le campagne pubblicitarie climate neutral. Mi auguro che sempre più aziende e media partner sposino il progetto affinché da iniziativa d’avanguardia si possa trasformare in azione di sistema, generando impatti significativi sulle emissioni di CO2”.


Leggi anche: SMARTCLIP, TRE NUOVE NOMINE NEL TEAM ITALIANO


Giuseppe Bronzino, Managing Director Smartclip Italia, ha detto invece: “Siamo lieti di fare parte dell’iniziativa World's First Carbon Neutral Ad Break di Mediaplus e supportare la distribuzione dello spot Orogel Green sui canali parte del nostro portfolio. L’impronta di CO2 rappresenta un problema anche per il settore dell’advertising e ne siamo consapevoli: pertanto ci fa piacere, grazie a questo annuncio, incoraggiare le aziende a compensare le emissioni create dalle loro campagne”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI