• Programmatic
  • Engage conference
23/09/2021
di Lorenzo Mosciatti

Advice Group firma la gamification app di Sporters

sporters-advice group.jpg

Sporters, la sportech company dedicata al digital edutainment in Italia, affida ad Advice Group lo sviluppo dell'app: learning, gamification e business intelligence gli asset alla base dell’applicazione che punta ad essere il punto di riferimento in Italia per combattere il distacco giovanile dallo sport.

Sporters nasce dalla volontà di far appassionare al mondo dello sport quel 40% di ragazzi under 18 che non pratica sport, attraverso la creazione di un ambiente digitale «buono», dove dare spazio a extra-ordinary stories raccontate da atleti normodotati e con disabilità di caratura internazionale. Oltre 20 le discipline rappresentate dagli atleti e raccontate attraverso un rilascio graduale dei contenuti. Campioni dell’atletica, del nuoto, della scherma, delle arti marziali e di tanti altri sport che hanno messo a disposizione le loro storie personali e professionali con lo scopo di avvicinare sempre più giovani ai valori positivi della solidarietà, della lealtà, del rispetto della persona e delle regole. 

Uno strumento educativo, di condivisione e di ispirazione, rivolto sia agli appassionati che vogliono conoscere meglio i loro campioni del cuore e scoprire lati inediti della loro personalità, sia agli atleti esordienti o anche amatoriali che potranno imparare direttamente dai numeri uno i segreti di allenamento e le tecniche migliori.

A sposare i valori alla base del progetto un ambassador d’eccezione: il mito dell’atletica internazionale Fiona May. “Lo straordinario successo della nostra delegazione alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 ha scatenato negli italiani un entusiasmo senza precedenti”, ha dichiarato la campionessa di salto in lungo. “Dopo i tanti mesi chiusi in casa, vedere in televisione tutti quei giovani realizzare un sogno, vedere la loro gioia esplodere in mondovisione dopo i sacrifici le difficoltà che hanno affrontato è l’insegnamento più grande che lo sport ci può dare. Sono questi i valori che dobbiamo trasmettere, a prescindere dal risultato di una gara. Il futuro è la nostra missione e sono sicura che Sporters contribuirà, grazie agli attuali 1000 minuti di video corsi di grandi atleti in carriera, a far scendere in campo tanti ragazzi stanchi di vivere una vita attraverso lo schermo”.

A rendere l’applicazione unica nel suo genere è la strategia di personal edutainment: a ciascun utente, infatti, è dedicata un experience unica. Grazie alla business intelligence, l’app verifica l’andamento di ogni attività all’interno delle learning session, in tempo reale, monitora la potenza di ingaggio dei contenuti redazionali in maniera continuativa e si adatta a quelle che sono le preferenze dell’utente. Le informazioni mappate costituiscono il vero e proprio digital asset di Sporters: in questo modo ciascun utente può essere premiato per il proprio coinvolgimento attraverso le Sporters coins, una vera e propria moneta virtuale utile a comprare esperienze, prodotti e servizi di sport sul territorio locale. 

Così commenta Fulvio Furbatto, fondatore e CEO di Advice Group: “Il progetto nasce come edutainment academy con l’obiettivo di riportare i ragazzi dalla “passione sportiva” alla “pratica sportiva”, facendoli scendere in campo e travolgendoli con la meraviglia dello sport, in un’esperienza nuova e coinvolgente. L’analisi dei dati raccolti permette di far vivere a ciascun utente un experience tailored. Ad ogni membro viene infatti assegnato un indice di reattività predittiva e un cluster specifico. Attraverso il flusso dati analizzato in tempo reale è possibile agire tempestivamente verso ciascun cluster con attività di content marketing mirate. La marketing automation della piattaforma consente infatti di inviare comunicazioni personalizzate utili a valorizzare la cluster identity dell’utente come un vero centro media. Sponsor e partner possono in questo modo sviluppare iniziative di 1to1 marketing specifiche per ciascun cluster individuato.” 

Simone Bellino, country manager Sporters dichiara: “Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale sull’Adolescenza in Italia il 40% dei ragazzi tra i 13 e i 17 anni non pratica sport e il 44% passa al telefono fino a 6 ore al giorno. Il 51% dei ragazzi tra i 15 e i 20 anni ha difficoltà a staccarsi dai live social. Grazie a Sporters vogliamo ripartire dal lato buono del digitale, spronare i ragazzi a uscire di casa, a smettere di guardare e iniziare a fare. Vogliamo diventare il punto di riferimento digitale per lo sport europeo, il principale hub digitale di educazione e induzione alla pratica sportiva. Uno spazio caratterizzato da contenuti freemium accessibili a tutti e contenuti premium personalizzati. I centri sportivi, le associazioni, i brand e le istituzioni che hanno già iniziato ad affiancarci, il cuore pulsante del mondo dello sport, hanno capito il potenziale del nostro progetto e ci sostengono a raggiungere il nostro obiettivo”.

Sporters è scaricabile gratuitamente su Android e IOS.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI