• Programmatic
  • Engage conference

17/04/2020

Bending Spoons sviluppa "Immuni", l'app per il tracciamento dei contatti

La startup sviluppatrice di applicazioni mobile si è aggiudicata il contratto statale per la realizzazione dello strumento. Coinvolti anche Jakala e il Centro Medico Santagostino

IMG_6855.jpg

Bending Spoons, startup specializzata nello sviluppo di applicazioni mobile con sede a Milano, si è aggiudicata il contratto statale di concessione gratuita della licenza d'uso dell'app di tracciamento per fronteggiare l'emergenza da coronavirus, chiamata "Immuni". La realizzazione della app è avvenuta in collaborazione con la rete lombarda dei poliambulatori del Centro Medico Santagostino e con la società milanese di marketing digitale Jakala. Secondo l'ordinanza firmata dal commissario per l'emergenza Domenico Arcuri, Bending Spoons, fondata nel 2013 da Luca Querella, Francesco Patarnello, Luca Ferrari e Matteo Danieli, concederà in licenza d'uso aperta, gratuita e perpetua il codice sorgente della app, rendendosi disponibile a titolo gratuito a completare tutti gli "sviluppi informatici che si renderanno necessari per consentire la messa in esercizio del sistema nazionale di contact tracing digitale". "Sono molto orgoglioso della passione, abnegazione e competenza dei nostri ingegneri, scienziati e di tutto il team Immuni. Abbiamo fatto, e faremo, del nostro meglio", ha commentato l'Amministratore Delegato Luca Ferrari. Oltre a dichiarare che la Presidenza del Consiglio dei Ministri è il licenziatario dell'uso del prodotto, in una nota Bending Spoons specifica di agire in maniera completamente gratuita, finanziando autonomamente i propri costi e non ricevendo alcun corrispettivo per il suo impegno. Nel capitale di Bending Spoons, che attualmente impiega complessivamente 150 persone, hanno fatto ingresso nel 2019 H14, family office italiano di Barbara, Eleonora e Luigi Berlusconi, Nuo Capital, holding di investimenti della famiglia Pao/Cheng di Hong Kong, e StarTip, veicolo controllato al 100% da Tamburi Investments Partners. Nel 2019, la società ha totalizzato ricavi in crescita per circa 45 milioni di euro, con un utile superiore ai 3 milioni.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI