• Programmatic
  • Engage conference

01/12/2022
di Rosa Guerrieri

All’Aeroporto Internazionale Leonardo Da Vinci arriva NOOE, il primo negozio phygital

nooe.jpg

NOOE, il primo negozio all’insegna dell’innovativa frontiera “phygital”, sbarca all’interno della nuova area commerciale Schengen del Terminal 1 dell’Aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci.

In particolare, NOOE è un modello di vendita marketplace - interamente Made in Italy - abbinato a un’esperienza di acquisto fisica, ovvero un negozio che non ha bisogno di personale e consente all’utente di acquistare in totale autonomia il prodotto esposto in vetrina. Si tratta di un pop-up store, di appena 3,5 mq, capace di offrire prodotti in edizione limitata all’interno di spazi esclusivi. Ogni prodotto può essere comprato e consegnato direttamente al domicilio indicato, rendendo l’esperienza di acquisto veloce, semplice e intuitiva.

Gli Aeroporti di Roma sono stati i primi a credere nell’iniziativa creando subito una sinergia con la startup italiana e dimostrando grande disponibilità e apertura al mondo phygital. A inaugurare la prima vetrina è l’AS Roma con l’esposizione esclusiva delle Polo Premium, una edizione limitata realizzata in diverse colorazioni: nero, bordeaux e blu. Un capo pensato per gli amanti del calcio senza perdere di vista uno stile raffinato. Per il club giallorosso l’iniziativa si inserisce nel contesto della costante ricerca di soluzioni tecnologicamente innovative per migliorare e amplificare l’accesso ai propri prodotti.                                                                                         

Innovazione, praticità e velocità di cui non beneficerà solo il cliente, ma anche il brand del rivenditore, spiega la società in una nota. Quest’ultimo, infatti, avrà la possibilità di lanciare delle campagne “flash sales” esclusive all’interno di spazi ad alto traffico, unendo la presenza fisica ai vantaggi della vendita online senza la necessità di aprire un punto vendita e ottimizzando tempi, budget e consumi energetici.

Distribuito in Europa da NOOE Italia S.r.l., lo spazio risulta particolarmente utile per dare visibilità lato marketing alle aziende che vendono prodotti e servizi che normalmente non avrebbero facile e rapido accesso a spazi commerciali di primaria importanza.

“NOOE - ha spiegato Luca Migliorati, CEO di NOOE Italia S.r.l. - è un progetto che nasce da una forte esigenza di cambiamento nel mondo del retail. In un’epoca dove tutto si acquista online crediamo che sia molto importante non perdere l’esperienza dell’acquisto fisico, facendola evolvere in un’esperienza di acquisto phygital”.

“Obiettivo dell’iniziativa - ha precisato Migliorati - è dare ai landlord la possibilità di creare nuovi spazi di vendita phygital all’interno delle proprie location, attirando molteplici brand verso un’esperienza di vendita online on-demand massimizzandone visibilità e profitti. Una vetrina del genere, infatti, consente di cambiare azienda e proposta in tempi particolarmente brevi”.

Il progetto italiano - il cui sviluppo in aeroporto è stato coordinato da Stefano de Santis, fondatore di T-UP consulting - è supportato dal Gruppo Tun2U per la componente tecnologica e da Asteco Industria per la realizzazione e la gestione delle vetrine.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI