• Programmatic
  • Engage conference

13/03/2020
di Francesco Tempesta

Come comunicare al tempo del Coronavirus? I consigli di Twitter

Oggi più che mai, utilizzare messaggi misurati e capaci di fornire informazioni nella maniera più adatta è fondamentale per mantenere un positivo rapporto tra brand e utenti. Ecco come fare

Il Coronavirus, in queste settimane, è nei pensieri e sulla bocca di tutti, e in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo, diventa indispensabile per i brand saper comunicare bene, anche e soprattutto sulle piattaforme social. Con un post sul Covid-19 ogni 45 millisecondi, e con #Coronavirus al secondo posto degli hashtag più usati del 2020, Twitter si conferma una piattaforma che svolge un ruolo importante a livello di comunicazione e che può essere uno strumento significativo per entrare a contatto con un ecosistema sempre più ampio. Per questo, il social dei cinguettii ha stilato una serie di suggerimenti per le aziende, volti a favorire una comunicazione misurata, concisa e capace di fornire informazioni nella maniera più adatta a questo momento di crisi. Eccoli:

  1. Conoscere il proprio brand: ogni tipo di comunicazione deve essere adatta al proprio brand, e non copiare quella che altri stanno facendo;
  2. Essere aggiornati con ciò che accade e con gli ultimi avvenimenti: è importante che le informazioni fornite siano coerenti con la situazione del momento, che può cambiare giorno dopo giorno, se non ora dopo ora;
  3. Riflettere sul tono e sulle modalità con cui si comunica: un brand che di solito utilizza un tipo di comunicazione comica o umoristica potrebbe dover valutare di adottare toni più seri, o di non dire molto a meno che la comunicazione non sia di particolare importanza;
  4. Prevedere il cambiamento di comportamento dei propri clienti: tutti i brand dovrebbero pensare a come le esigenze dei loro consumatori possano cambiare e agire di conseguenza (ad esempio una compagnia aerea dovrebbe aspettarsi un aumento di clienti che cancellano o spostano i voli);
  5. Fornire informazioni di qualità: per quegli enti e organizzazioni cui la società guarda per avere notizie sulla diffusione del virus, fornire informazioni affidabili e accurate è fondamentale;
  6. Offrire supporto e assistenza ai consumatori: la situazione di crisi sta lasciando in difficoltà molti consumatori. Visto che spesso le persone ricordano quando ricevono un buon servizio di assistenza, questo può essere il momento giusto per le aziende per migliorare il proprio customer service;
  7. Puntare su messaggi leggeri: in un momento in cui le bacheche degli utenti sono piene di news poco tranquillizzanti, può essere utile per i brand lanciare messaggi dai toni più leggeri e che promuovano il buonumore;
  8. Promuovere positività e senso di comunità: allo stesso modo, è importante puntare su messaggi che promuovano la connessione tra le persone e le buone notizie.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI