• Programmatic
  • Engage conference

25/06/2019
di Alessandra La Rosa

Twitter abbandona il progetto dell'ad network Timeline Ads

Il programma dava la possibilità al social di erogare pubblicità in programmatic su editori terzi, espandendo le sue capacità oltre l'exchange MoPub

Dopo un anno di test, Twitter ha deciso di abbandonare il progetto dell'ad network Timeline Ads. Dedicata ad editori terzi, il programma dava la possibilità a Twitter di erogare pubblicità attraverso un software automatizzato al di fuori del suo sito e della sua app, espandendo le sue capacità programmatiche oltre il proprio exchange MoPub (che per lo più gestisce pubblicità veicolata internamente a Twitter). Nello specifico, consentiva di posizionare annunci Promoted Tweet sul feed, che poi editori terzi potevano embeddare sui loro siti. Gli annunci, venduti in programmatic, erano posizionati tra i primi 20 tweet del feed embeddato. Tra gli editori che in questi mesi hanno testato i Timeline Ads, ci sono vari editori americani, soprattutto locali. Il modello prevedeva una revenue share 50/50 tra i publisher e Twitter. Secondo quanto riporta Business Insider (articolo a pagamento), il social non avrebbe retto alla concorrenza delle altre grandi piattaforme digitali, Google in primis, che possono contare su un'offerta pubblicitaria in programmatic ben più forte. Altro motivo dell'insuccesso del progetto, sarebbe poi la progressiva diminuzione del numero di grossi editori che embeddano tweet nei loro contenuti. Secondo quanto confermato da un portavoce di Twitter alla testata, i test del programma si sono conclusi alla fine dello scorso mese, e Twitter non sta più contattando editori per promuoverlo.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI