• Programmatic
  • Engage conference

14/11/2018
di Rosa Guerrieri

Segmentazione degli utenti, da GfK una nuova soluzione per le aziende del mondo finanziario

Il tool permette di creare clusterizzazioni personalizzate, integrando i dati già in possesso degli istituti con informazioni sullo stile di vita e le attitudini dei clienti, per campagne più mirate

gfk-1.jpg

GfK Italia amplia l'offerta con una nuova soluzione per la segmentazione degli utenti e l'ottimizzazione delle strategie commerciali, di marketing e di retention, specificamente pensata per banche, aziende finanziarie e società di assicurazioni. Si chiama Sinottica Fin ed è rivolta alle aziende che vogliono liberare il potenziale inespresso di database proprietari autoreferenziati, consentendo di evolvere le tradizionali segmentazioni - fondate su credit scoring e dati comportamentali finanziari interni - con informazioni che raccontano lo stile di vita e le attitudini verso servizi e prodotti finanziari degli italiani. «Sinottica Fin è frutto della nuova vision di GfK sulle ricerche di mercato per il settore Finance - commenta Giampaolo Falconio, Sales Lead di GfK Italia -. In uno scenario di mercato in piena digital trasformation, GfK sposta il focus dalla ricerca e raccolta dati – siano esse derivate da panel continuativi oppure da studi ad hoc – all’integrazione delle informazioni e dei risultati nei sistemi di CRM. Sinottica Fin diventa il punto di partenza di un ecosistema a supporto di banche e assicurazioni. Non una soluzione fine a sé stessa da interrogare all’occorrenza, ma un reference layer per arricchire a livello di singolo record i database CRM, alimentando quindi le strategie commerciali e di marketing dei nostri clienti». GfK Sinottica Fin permette di analizzare gli individui e creare delle segmentazioni personalizzate, moltiplicando l’efficacia di dati che già esistono negli istituti finanziari e consentendo l’attivazione di campagne mirate su target prioritari. «Si inizia in un contesto di laboratorio, creando una segmentazione di partenza personalizzata in Sinottica Fin, con variabili non solo finanziarie - continua Simona Grieco, Key Account Manager di GfK -. Il passaggio successivo è trasferire queste informazioni nel CRM, che viene arricchito a livello di singolo record, in modo che ogni individuo abbia un suo indice di affinità al segmento; questo consente l’attivazione di comunicazioni mirate e dedicate alle esigenze del cliente. Come ultimo passaggio, GfK riproduce i segmenti a livello di popolazione per attività di monitoraggio dei principali KPI di brand e comunicazione, consentendo un perfezionamento continuo delle strategie di marketing e commerciali». «Si tratta di un ecosistema che si autoalimenta nel tempo grazie a dati esterni e interni, e che aiuterà le banche, le assicurazioni e tutti gli operatori del settore a migliorare la propria presenza sul mercato, nel rispetto delle diversità dei singoli individui», conclude Daniela Mastropasqua, Key Account Manager di GfK.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI