• Programmatic
  • Engage conference

14/06/2019
di Rosa Guerrieri

Samsung Ads con Moat per misurare la qualità delle inventory su OTT e TV connesse

La società verificherà i livelli di viewability e traffico non valido degli spazi di ben 35 milioni di dispositivi. Per lei, si tratta della prima integrazione in ambito OTT e Connected TV

Samsung Ads, la divisione di Advanced TV di Samsung, ha stretto un accordo con Moat per la misurazione della qualità delle inventory OTT dei suoi Smart TV. L'accordo prevede l'integrazione, nei data set degli smart TV Samsung (un bacino di 35 milioni di dispositivi, secondo quanto dichiarato dalla stessa Samsung Ads, che lo ha definito "il data set di automated content recognition più ampio sul mercato"), delle misurazioni dei livelli di viewability e di traffico non valido degli spazi pubblicitari. Quello dell'ad fraud, in particolare, è un fenomeno che in ambiente OTT non ha ancora raggiunto grandi numeri, ma la cui diffusione è in rapida crescita. Per Moat si tratta della prima integrazione in ambito OTT e TV connesse. La domanda di misurazioni per questo tipo di ambienti, tuttavia, sta iniziando a farsi sentire, come sottolinea Michelle Hulst, GVP of marketing and strategic partnerships di Oracle Data Cloud (cui Moat fa capo): «Gli inserzionisti stanno iniziando a cercare società terze neutrali che le possano aiutare a comprendere come utilizzare al meglio questi mezzi».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI