• Programmatic
  • Engage conference

08/03/2019
di Lorenzo Mosciatti

Il Sole 24 Ore: i ricavi scendono a 211,3 milioni nel 2018. Pubblicità a -6,3%

Il gruppo presieduto da Edoardo Garrone ha reso pubblico il bilancio. Il risultato netto è negativo per 6 milioni di euro ma i margini risultano in miglioramento

Il Sole 24 Ore chiude l’esercizio 2018 con ricavi pari a 211,3 milioni di euro, in calo del 4,8%, e con un rosso di 6 milioni di euro. Il gruppo presieduto da Edoardo Garrone ha visto in particolare diminuire i ricavi editoriali di 5,7 milioni di euro (-5,1% da 112,7 a 107,0 milioni di euro) e quelli ricavi pubblicitari di 5,6 milioni di euro (-6,3% da 90,3 a 84,6 milioni di euro) parzialmente compensati dall’aumento degli altri ricavi per 0,7 milioni di euro (+3,5% da 19 a 19,7 milioni di euro). I ricavi diffusionali del quotidiano (carta + digitale) ammontano a 53,4 milioni di euro, in calo di 2 milioni (-3,6%) rispetto al 2017. I ricavi pubblicitari su mezzi del gruppo ammontano a 81,5 milioni di euro (-2,1% rispetto al precedente esercizio) e quelli su mezzi di editori terzi ammontano a 2,5 milioni (-58,5% principalmente per la cessazione di alcune concessioni terze). I ricavi delle banche dati pari a 35,5 milioni sono in diminuzione del 5,8% rispetto al precedente esercizio. I ricavi dell’area Cultura, pari a 15,6 milioni di euro, risultano in crescita di 3,2 milioni. La diffusione (carta + digitale) del quotidiano Il Sole 24 Ore è complessivamente pari a 167.601 copie medie giorno (-4,9% rispetto al 2017). In particolare, la diffusione media giorno cartacea dichiarata ad Ads per il periodo gennaio - dicembre 2018 è pari a 80.100 copie (-11,6%). La diffusione digitale dichiarata ad Ads è pari a 87.501 copie medie giorno (+2,2%). Il risultato netto è negativo per 6 milioni di euro e si confronta con un risultato positivo per 7,5 milioni di euro nel 2017 riesposto, che beneficiava della plusvalenza di 55,6 milioni di euro realizzata in seguito alla cessione del 49% della partecipazione detenuta nella società Business School 24. Al netto degli oneri e proventi non ricorrenti rispetto al 31 dicembre 2017 riesposto, l’ebitda risulta in miglioramento di 18,2 milioni (da -8,6 a +9,5 milioni), l’ebit di 22,5 milioni (da -21,9 a +0,5 milioni) e il risultato netto di 18,4 milioni (da -19,7 a -1,3 milioni). Edoardo Garrone I costi diretti e operativi sono quindi diminuiti per 16,9 milioni (-12,2%), mentre la posizione finanziaria netta consolidata è negativa per 5,9 milioni (positiva per 6,6 milioni al 31 dicembre 2017) principalmente per il pagamento di oneri non ricorrenti relativi alle uscite incentivate liquidate nell’esercizio. Il patrimonio netto consolidato è infine pari a 35,8 milioni (positivo per 41,6 milioni al 31 dicembre 2017).

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI