• Programmatic
  • Engage conference

03/12/2019
di Caterina Varpi

Google e Facebook, indagine dell'Antitrust Ue sulla raccolta dati

La Commissione Europea ha inviato dei questionari come parte di un'indagine preliminare sul modo in cui i dati vengono raccolti, usati e monetizzati, incluso per obiettivi pubblicitari, dai due colossi del web

La Commissione Europea ha avviato indagini preliminari sulle modalità di raccolta e di uso dei dati da parte di Google e Facebook, per verificare che rispettino le regole della concorrenza. Lo ha annunciato, tramite un portavoce, la l'Antitrust Ue, diretto da Margrethe Vestager, che ha inviato dei "questionari come parte di un'indagine preliminare nelle pratiche di dati di Google e Facebook. Queste indagini riguardano il modo in cui i dati vengono raccolti, usati e monetizzati, incluso per obiettivi pubblicitari". La Commissione europea vuole approfondire le implicazioni sulla concorrenza dei giganti del web che raccolgono enormi quantità di dati. In particolare, cercherà di capire se il vantaggio di cui Google e Facebook godono può tradursi in concreti ostacoli alla capacità dei concorrenti di accedere a pari condizioni ai mercati online. L’indagine arriva a meno di un anno dalla multa di 1,7 miliardi di dollari imposta sempre dalla Commissione europea a Google lo scorso marzo (ne abbiamo parlato qui). “Utilizziamo i dati per rendere i nostri servizi più utili e per mostrare pubblicità pertinente e offriamo alle persone i controlli per gestire, eliminare o trasferire i propri dati”, ha dichiarato un portavoce di Google mentre, per il momento, Facebook non ha rilasciato commenti. L'operazione è avviata in un momento in cui i giganti del web sono sottoposti a un maggiore controllo da parte dei funzionari governativi e dei regolatori anche negli Usa. Gli intervistati hanno la scadenza del 7 gennaio per inviare le proprie comunicazioni.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI