• Programmatic
  • Engage conference

25/07/2018
di Lorenzo Mosciatti

Gedi: utile, ricavi e pubblicità in calo nel 1° semestre. La raccolta online a +2,7%

Lo sviluppo delle attività digitali tra le priorità del gruppo editoriale romano guidato dall'a.d. Laura Cioli. Atteso per la fine del 2018 un risultato positivo

Gedi Gruppo Editoriale chiude il primo semestre dell’anno con ricavi pari a 322,5 milioni di euro, in crescita del 20,2% rispetto al primo semestre del 2017, e con un utile netto di 4,3 milioni di euro, in calo rispetto allo scorso anno. A perimetro equivalente, ovvero considerando dunque anche i risultati del Gruppo Itedi, l’editore dei quotidiani La Stampa ed il Secolo XIX di cui il 27 giugno 2017 è stata perfezionata l’operazione di integrazione in Gedi, il giro d’affari della società guidata dallo scorso aprile dall’a.d. Laura Cioli chiude il calo del 5,7%. I ricavi derivanti dalle attività digitali rappresentano complessivamente l’11,3% del fatturato del gruppo. I ricavi diffusionali, pari a 141,9 milioni, sono aumentati del 30,7% rispetto a quelli del corrispondente periodo dell’esercizio precedente e risultano in flessione dell’8,7% a pari perimetro. I ricavi pubblicitari sono cresciuti del 15,1% rispetto al primo semestre 2017 e risultano in flessione del 2,1% a perimetro equivalente. Con riferimento ai mezzi del gruppo, la raccolta su radio è cresciuta del 7% a perimetro omogeneo, confermando l’evoluzione positiva già riscontrata nel precedente esercizio. La pubblicità su internet ha registrato un incremento del 21,5%, che diventa del 2,7% a perimetro equivalente. Infine, la raccolta su stampa ha registrato un aumento del 20,0% (-6,3% a perimetro equivalente con un andamento migliore di quello del settore). I costi sono superiori del 22,6% rispetto al primo semestre del 2017 e sono scesi del 3,5% a perimetro equivalente. Sono diminuiti in particolare i costi fissi industriali (-7%), grazie al proseguimento delle attività di riorganizzazione della struttura produttiva del gruppo, ed i costi di gestione e amministrazione (-3,7%), grazie alle misure adottate per il contenimento del costo del lavoro e delle spese generali. Il margine operativo lordo consolidato è stato pari a 22,1 milioni, in linea con i 22,5 milioni del primo semestre 2017. Il risultato operativo consolidato è stato pari a 12,6 milioni, rispetto ai 15,6 milioni nel primo semestre 2017. Il risultato netto consolidato è ammontato a 4,3 milioni a fronte di un utile di 7,4 milioni nel primo semestre 2017 (5,6 milioni a perimetro equivalente). L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2018 ammonta a 111,4 milioni, in lieve riduzione rispetto ai 115,1 milioni di fine 2017. In merito alle prospettive dell’esercizio 2018, sulla base degli andamenti registrati nel corso del primo semestre, non si intravedono evoluzioni significativamente diverse da quelle che hanno interessato il settore ormai da anni. Per contrastare tali andamenti Gedi continua ad impegnarsi nel conseguimento di tutti i vantaggi derivanti dall’operazione di integrazione con ITEDI, nello sviluppo e nella evoluzione dei propri prodotti editoriali, nello sviluppo delle attività digitali e nella permanente implementazione di razionalizzazioni volte a preservare la redditività in un mercato strutturalmente difficile. Il gruppo può pertanto ritenere che, in assenza di eventi allo stato imprevedibili, registrerà a fine anno un risultato positivo.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI