• Programmatic
  • Engage conference

14/04/2020
di Simone Freddi

Ninetynine presenta Lemonn, la piattaforma per eventi online "realistici"

Grazie a una combinazione di tecnologie immersive, permette di organizzare eventi online conservando tutte le dinamiche che caratterizzano i meeting fisici: spettacolarità, relazioni umane e networking

Una plenaria "virtuale" su Lemonn

Una plenaria "virtuale" su Lemonn

Per aiutare l'industria degli eventi in un momento quantomai complesso, l'agenzia Ninetynine lancia "Lemonn – Digital Events Experience”, un piattaforma proprietaria che permette di organizzare eventi online conservando tutte le dinamiche che caratterizzano gli eventi fisici: spettacolarità, relazioni umane e networking. Grazie all'uso delle più moderne tecnologie, Lemonn è in grado di riprodurre ambienti live dove gli ospiti si possono incontrare e parlare. Dall’accredito al foyer, dalle sale relatori alla plenaria, la piattaforma di Ninetynine permette ai partecipanti di "vivere" le consuete esperienze dell'evento, assistendo, interagendo e facendo networking. «Partecipazione, incontro, condivisione, scoperta, emozione, spiegazione, approfondimento, confronto, networking, questo è quello che ci si aspetta da un evento e, secondo noi, questo è quello che un evento in versione digitale deve poter offrire», spiega Simone Mazzarelli, fondatore e Ceo di Ninetynine. Le relazioni umane distinguono un evento da ogni altro sistema di fruizione di contenuti «per questo ci siamo interrogati su come poter superare il classico live streaming o webinar che talvolta rischia di trasformare gli ospiti in meri spettatori passivi», continua Mazzarelli. «In questa fase di accelerazione digitale i brand non devono adattarsi, devono dimostrare di stare un passo avanti. Le aziende possono, infatti, farsi pioniere di un nuovo modo di organizzare eventi. Per tale ragione abbiamo lavorato con un team di esperti in tecnologie digitali e sicurezza informatica, che lavora anche per alcune delle massime autorità governative, e abbiamo messo a sistema il loro know how con tutta la nostra esperienza nell’ideazione di eventi sempre innovativi, per creare un nuovo spazio in cui l’ospite possa vivere a 360 gradi l’esperienza dell’evento in tutti gli aspetti che più lo caratterizzano». La maggiore innovazione di Lemonn sta nel mix delle più avanzate tecnologie di WebRTC, virtual reality e collaboration che permettono di vivere un’esperienza streaming sicura, affidabile, intelligente e immersiva. L'esperienza di Lemonn parte dalla location digitale, che si configura come una vera e propria location personalizzabile a seconda delle esigenze del cliente o dell'agenzia di eventi. L'utente atterra sulla piattaforma dal proprio device (mobile, tablet o desktop) e una vera hostess, collegata da remoto, compare sullo schermo, pronta per dare il benvenuto e per completare l’accredito fornendo tutte le informazioni necessarie per vivere al meglio l’evento. L'accredito Gli speaker potranno “salire” sul palco semplicemente dal loro device oppure grazie alla gestione dei relatori in green back (spedito a casa o montato ad hoc in una location sicura), essi saranno immersi totalmente nella scenografia in 3D. Le telecamere 3D virtuali, spiega il comunicato, renderanno ancora più scenografici gli interventi dei relatori in diretta creando atmosfere uniche, grazie alla spettacolarizzazione dei contenuti, gestiti in parte autonomamente dai relatori da remoto, e con infinite opportunità di interazione fra il palco e il pubblico grazie agli engagement tool impiegati per massimizzare l’esperienza e il coinvolgimento. Alle interazioni sociali sono inoltre affiancate quelle digitali (instant pool) per condividere real time con la platea le proprie preferenze e tenere il livello di ingaggio costantemente stimolato. Anche il networking ha il suo spazio. Lemonn permette a tutti i partecipanti di muoversi liberamente nei vari ambienti dell’evento dove si può scegliere di organizzare meeting one-to-one o con più ospiti. Chi desidera incontrare i relatori, prima o dopo l’evento, potrà accedere, invece, alla meeting room dove è possibile rivolgere delle domande in forma privata o semplicemente presentarsi e scambiarsi i contatti. Se previsti dal programma, sarà possibile partecipare anche a workshop di approfondimento o prendere parte ad attività di team building o di engagement ideate ad hoc. L'accredito

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI