• Programmatic
  • Engage conference
26/01/2023
di Teresa Nappi

Elive e TBS Group stringono una partnership e danno vita all'immersive space hub Alibi

Dedicata all’ideazione e progettazione di spazi espositivi e museali “tra fisico e virtuale”, la business unit unisce le competenze in comunicazione audiovisiva e storytelling digitale di Elive con quelle in exibhition design di TBS

Alibi-Elive-TBS-Group.png

Dalla collaborazione tra Elive, hub creativo che coniuga comunicazione audiovisiva e storytelling digitale, e TBS Group, società specializzata nell’exibhition design, nasce Alibi, nuova business unit e nuovo immersive space hub dedicato all’ideazione e progettazione di spazi espositivi e museali “tra fisico e virtuale”.

Alibi prende vita dall’incontro di Gian Giacomo Cara, General Manager di TBS Group, con Riccardo Denaro ed Erica Gottardi, rispettivamente Founder e Film & Creative Director e New Business Manager di Elive.

“L’idea di Alibi è di unire le competenze di Elive e di TBS-the best solutions Group, in un’area dedicata alla progettazione e alla realizzazione di spazi fisici sia nell'ambito di eventi fieristici sia per spazi museali ed aree espositive, per offrire alle aziende b2b e agenzie di eventi una sintesi di competenze e contenuti volte ad abbracciare sia il mondo virtuale che l’ambiente fisico”, spiega Gottardi per mezzo di una nota stampa.

“Viviamo immersi sempre di più nella tecnologia, oggi diremmo nel Metaverso, ma non sappiamo come sfruttare queste possibilità per dei progetti di comunicazione memorabili ed efficaci”, aggiunge poi Riccardo Denaro, sostenendo come Alibi è la Business Unit dedicata alla trasformazione narrativa dei brand, per i quali lo spazio fisico è cambiato dopo la pandemia.

L’utente potrà così vivere un’esperienza di simbiosi dinamica e coinvolgente grazie all’uso di VR 360°, AR, ologrammi interattivi e ogni novità presente sul mercato, spiega ancora la nota stampa dedicata al lancio.

“Si tratta di un’evoluzione del concetto di exhibition”, sottolinea poi Gian Giacomo Cara. “TBS Group nasce sull'onda positiva di Expo 2015 in cui è stata chiara una nuova concezione per la progettazione dello spazio espositivo utilizzando dei nuovi materiali per individuare soluzioni compatibili con i temi come la transizione ecologica, il risparmio energetico e l’economia circolare. Per un designer ed architetto come me la sfida è sempre stata quella di dominare e controllare lo spazio fisico creando in questi anni progetti di architettura espositiva capaci di comunicare questa filosofia”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI