• Programmatic
  • Engage conference

24/11/2022
di Alessandra La Rosa

Gli annunci in-view triplicano il Return on Ad Spend: lo studio di IAS

La ricerca, realizzata in collaborazione con Catalina, ha analizzato il modo in cui la media quality influenza ROAS e aumento delle vendite

IAS.jpg

Integral Ad Science (IAS), società specializzata a livello globale nella qualità dei media digitali, ha pubblicato un case study condotto in collaborazione con Catalina, player attivo nella shopper intelligence, mirato a capire come la media quality influenzi il return on ad spend (ROAS) e l'aumento delle vendite in correlazione con gli annunci in-view e il time-in-view.

Per misurare le vendite di un importante brand di prodotti di largo consumo (CPG) attraverso l'uso di pubblicità display in ambienti sia desktop che mobile, Catalina ha utilizzato un test contro una metodologia di controllo per calcolare l'aumento delle vendite della campagna. Il gruppo di test era composto da 14,6 milioni di famiglie anonime che hanno accettato di essere esposte alla campagna promozionale del brand.

Tra le evidenze emerse, un aumento del 180% del ROAS incrementale per il gruppo in-view rispetto a quello non-in-view. Gli annunci in-view hanno un impatto massiccio sul ROAS rispetto a quelli che non soddisfano gli standard di viewability.

Inoltre, il 74% delle vendite incrementali della campagna di test è stato determinato dal pubblico in-view. IAS e Catalina hanno suddiviso il gruppo di test in un gruppo in-view e in uno non-in-view. Le vendite incrementali degli annunci in-view hanno determinato un aumento delle vendite e delle vendite incrementali più elevato rispetto agli annunci non in-view.


GUARDA L'INTERVISTA A IAS IN OCCASIONE DI IAB FORUM 2022


Infine, da 3 a 10 secondi è l'intervallo di time-in-view ideale per incrementare le vendite. Gli annunci pubblicitari che sono rimasti in view per 3-10 secondi hanno superato i tassi di time-in-view sia più brevi che più lunghi, con un indice incrementale pari a 118. Questo dato evidenzia ulteriormente la correlazione tra il time-in-view come proxy dell'attention che determina risultati chiave. Questo ha spinto le vendite e ha avuto un impatto diretto sul ROAS.

"In qualità di leader nella personalizzazione e nella shopper intelligence, Catalina collabora da tempo con brand e retailer per comprendere il valore dei media in relazione alla reattività dei consumatori, all'attività di acquisto, alle vendite incrementali e al ROAS, sia durante che dopo la campagna - ha dichiarato Brian Dunphy, SVP of Strategic Partnerships di Catalina -. Grazie alla nostra partnership con IAS, siamo entusiasti di aiutare insieme le agenzie e i brand CPG a ottenere il massimo dai loro investimenti media, combinando le capacità di media quality leader del settore di IAS con le analisi di Catalina sul ROAS e sull'aumento delle vendite, per fornire insight sulla media quality complessiva, sulla viewability e sul time-in-view."

"Se la viewability è una metrica importante, metriche come il time in view possono essere indicatori ancora più precisi dell'attention e dei risultati – ha commentato Yannis Dosios, Chief Commercial Officer di IAS –. L'aspetto più significativo di questo studio è che vediamo un chiaro legame tra il  time-in-view e le vendite in-store: un impatto diretto su risultati migliori. Collaborando con aziende di misurazione come Catalina, possiamo comprendere meglio l'importanza e l'impatto della media quality nel guidare l'attention e i risultati per i nostri clienti."

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI