• Programmatic
  • Engage conference

18/03/2019
di Lorenzo Mosciatti

WeRoad, user generated content per la pubblicità out of home

La community di viaggiatori millennial dà il via al nuovo piano di comunicazione

foto-weroad.png

WeRoad, la community di viaggiatori millennial, debutta offline con una campagna di comunicazione OOH in 400 postazioni di Milano: dalle stazioni della metropolitana alle pensiline dei tram, passando fra le vie più importanti della città. Una strategia mirata a portare il brand anche fuori dai social, per raccontare ad un pubblico più ampio un nuovo modo di viaggiare e una community a cui affidare le proprie esperienze di viaggio in compagnia di nuovi amici. La creatività, come tutto il marketing di WeRoad, è stata sviluppata interamente in house e racconta l’esperienza di viaggio zaino in spalla fra coetanei: sono infatti oltre 3.500 i WeRoaders che hanno potuto vivere appieno le sensazioni e l’esperienza di condivisione, scoperta ed amicizia che si creano durante un viaggio WeRoad e hanno deciso di condividerla su Instagram e Facebook della community che oggi conta un gruppo Facebook di 44.000 iscritti, oltre 320.000 fan su Facebook e 185.000 follower su Instagram. Sette contenuti user content generated, scattati in giro per il mondo, dalla Thailandia alla Patagonia, sono così diventati i protagonisti della prima campagna Out Of Home di WeRoad, segnando continuità con quello che è stato il linguaggio, lo stile e il tone of voice della community negli ultimi due anni e portandolo al di fuori degli abituali contesti di content marketing social. “WeRoad è un business 'human' fatto da persone, per le persone ed è da sempre customer centric. Per questo non abbiamo voluto raccontarci con foto prodotte o con l’uso di attori. I soggetti sono sette selfie che fermano momenti realmente vissuti, scattati spontaneamente dai WeRoaders con i loro smartphone e la campagna è completamenteuser content generated,”, commenta Fabio Bin, Chief Marketing Officer di WeRoad. “L'utilizzo di contenuti generati dagli utenti è un tratto distintivo della nostra comunicazione, che da sempre mette le persone al centro delle nostre attività, e il selfie è la grammatica del nostro target. Non avremmo potuto comunicare meglio i nostri viaggi se non lasciando agli scatti dei WeRoaders il racconto di un momento e di un’esperienza unici”.

Il talent #WeRoadSelfie e gli Aperiroad

Alla campagna affissioni si aggancia anche il talent #WeRoadSelfie, che invita a postare un proprio selfie interpretando la “faccia dell’avventura” per vincere buoni per un viaggio WeRoad. La campagna “Prepara lo zaino, gli amici li portiamo noi” è inoltre un tassello di una serie più ampia di iniziative che stanno portando WeRoad a incontrare la community dal vivo in giro per l’Italia, tra cui gli Aperiroad, gli aperitivi in cui gli oltre 200 coordinatori della community incontrano WeRoaders e futuri WeRoaders in diverse città. Un’opportunità per stringere nuove amicizie, scoprire le oltre 50 destinazioni già in portfolio di WeRoad e le 20 nuove destinazioni per la stagione estiva 2019 (dalle Hawaii alla Nuova Zelanda, passando per Madagascar, Russia, India e Australia) ma soprattutto conoscere un nuovo modo di viaggiare insieme a un gruppo di persone coetanee e simili per interessi e mood di viaggio.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI