• Programmatic
  • Engage conference

17/03/2020
di Vincenzo Stellone

Coronavirus, Ford sospende la pubblicità delle auto a favore di uno spot emozionale

In un momento in cui non è possibile chiedere alle persone di "correre in concessionaria", il colosso dell'automotive opta per una nuova comunicazione

Ford-spot-coronavirus.jpg

Mentre il Coronavirus avanza, in tutto il mondo le Istituzioni hanno varato o si preparano a varare misure di contenimento per salvaguardare la salute pubblica. Tra i settori più colpiti c'è l'automotive, penalizzato, oltre che dalla sospensione di molti eventi sportivi (momenti dal forte appealing in termini di visibilità per le aziende di questo mercato), anche da provvedimenti che limitano la mobilità delle persone. Ecco quindi che un colosso come Ford decide di rinunciare temporaneamente alla comunicazione dei suoi autoveicoli. Il colosso americano dell’automotive ha scelto infatti di realizzare un nuovissimo spot che va a sostituire tout court tutte le comunicazioni di “prodotto”. Ecco quindi che gli slot televisivi - e non solo - che erano stati già acquistati dal brand per pianificare i propri spot, saranno utilizzati per un filmato dal carattere più istituzionale e dal tono che denota maggiore empatia rispetto al particolare momento storico. «Lo scorso giovedì mattina, è diventato chiaro che eravamo a un punto di non ritorno, abbiamo capito che il tipico messaggio pubblicitario non avrebbe più funzionato oggi», ha spiegato Matt VanDyke, director of U.S. marketing di Ford Motor Co. «È importante essere rassicuranti in questo momento e non di cercare di dire alla gente “Corri nella tua concessionaria per un evento di vendita”». Questo conferma che i brand sono chiamati, oggi, a proporre comunicazioni più emozionali ed empatiche, soprattutto alcuni brand, per non rischiare di essere percepiti in modo distorto dall’audience (in proposito, leggi qui).

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI