• Programmatic
  • Engage conference

14/01/2020
di Francesco Tempesta

BBH Londra e Indiana Production firmano i nuovi spot Audi

La campagna globale “AiNNOYING” della casa automobilistica, già on air e online in vari mercati, racconta gli "estremi" dell'intelligenza artificiale in 4 spot

audi-indiana-production.jpg

E' firmata BBH Londra e prodotta da Indiana Production la nuova campagna globale di Audi “AiNNOYING”, che mostra come l'intelligenza artificiale può in alcuni casi diventare troppo artificiale e poco intelligente. La campagna ci fa entrare nella vita di Susan e James, ambedue proprietari di un Robot i700, un cyber-maggiordomo onnipresente, programmato per aiutarli nella vita di tutti i giorni, un assistente oltremodo zelante nell’elargire informazioni “artificialmente intelligenti”. L’assistenza eccessivamente puntuale, senza filtri, di i700, porta Susan e James al fastidio creato dalla sovra-informazione a flusso continuo e non fa altro che far apprezzare loro la tecnologia facile, compatibile, a misura d’uomo presente in tutte le Audi che ambedue finiscono per scegliere alla fine di ogni spot. Audi AiNNOYING è una campagna ad episodi che presenta 5 modelli della casa di Ingolstadt, con altrettanti spot che per fattura e sapore filmico strizzano l’occhio ai film ed alle serie televisive anglosassoni. La regia, affidata ad Harald Zwart, regista pubblicitario e cinematografico, pone attenzione alla recitazione ed allo storytelling, oltre che al sapore visivo della campagna, riuscendo - con l’aiuto di Christopher Probst direttore della fotografia della serie Mindhunter diretta e prodotta da David Fincher e con il supporto della post produzione raffinata di EDI / Effetti Digitali Italiani - a dare un look and feel all’intera campagna che fa venire voglia di guardare tutti gli episodi in una volta sola. La campagna, multisoggetto, multiformato e multipiattaforma, è stata confezionata per una fruizione internazionale ed è già online ed on air in diversi Paesi europei. «Andiamo estremamente fieri di questa campagna - ammette Karim Bartoletti, Partner/Executive Producer di Indiana a capo del Brand Content -, perché Audi AiNNOYING (che ha agenzia inglese, regista norvegese, DOP americano, casting inglese, location spagnola, produzione e post produzione italiana e fruizione internazionale) chiude un anno, il 2019, in cui Indiana ha dimostrato di poter vendere un concetto di "Italianità" diverso dalla percezione che l’estero ha, scardinando, attraverso il talento e la qualità del prodotto finale, quell’accezione negativa e, a volte, culturalmente autolesionista che il nostro Paese si porta sempre sulle spalle, riuscendo a presentarla positivamente infondendo la nostra resilienza, competenza, creatività ed intelligenza produttiva in tutto quello che facciamo, molte volte più di altri. Audi AiNNOYING, come altri progetti fatti da Indiana negli ultimi 12 mesi, dimostra il fatto che con il talento e la qualità che mettiamo sul piatto si possono fare cose di livello, lavorando con i tempi, i soldi e, soprattutto, le aspettative dei nostri clienti e per questo sia l’agenzia che il cliente ci hanno ringraziato profusamente… e al giorno d’oggi non è cosa da poco».

Credits:

Agenzia
  • Creative Directors: Matt Moreland and Chris Clarke
  • Chief Creative Officer: Ian Heartfield
  • Account Director: Jamie Bolton
Casa di Produzione
  • Director: Harald Zwart
  • DoP: Christopher Probst
  • Executive Producer: Karim Bartoletti
  • Senior Producer: Silvia Bergamaschi
  • Post Production Producers: Alga Pastorelli / Federica Festa
  • Creative Research: Giampaolo Rossi
  • VFX Make Up: Andrea Leanza
  • Editor: Massimo Magnetti
  • Post Production/VFX: EDI – Effetti Digitali Italiani

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI