• Programmatic
  • Engage conference

di engage

Design e anamorfismo: Archiproducts e Volkswagen al Salone 2019

Archiproducts - la più grande community di architettura e design internazionale – e Volkswagen tornano al Salone del Mobile con un progetto ispirato all’anamorfismo. Il progetto è ideato da Talks Content e PHD Italia

Un particolare delle installazioni

Un particolare delle installazioni

Lo scenario è ancora una volta quello di via Tortona, uno dei quartieri più dinamici e innovativi di Milano oltre che sede dello spazio di co-networking di Archiproducts, hub dedicato allo scambio, alle relazioni e alla creatività. In virtù della partnership coordinata da PHD Italia - agenzia media e di comunicazione di Omnicom Media Group – e Talksmedia, concessionaria che gestisce tutto il network Archiproducts, la T-Cross, novità di punta della Volkswagen, sarà di scena alla Design Week. T-Cross è un "city SUV" dal carattere deciso ma poliedrico, spazioso e versatile, 100% digital: la migliore risposta per chi ricerca il soddisfacimento di bisogni razionali senza rinunciare allo stile. Un’auto nata per interpretare al meglio le caratteristiche di uno stile di vita quotidianamente multiforme, sfaccettato e adattivo e lo riassume nel suo claim: «More than one thing». Con Archiproducts, T-Cross e la sua filosofia troveranno spazio in una design experience ispirata all’anamorfismo alla scoperta di parole, concetti e icone legati a «More than one thing». Un progetto ideato da Talks Content e PHD Italia, in collaborazione con DDB, e un partner d’eccezione: Truly Design, tra i primi tre studi al mondo specializzati in arte anamorfica. Si tratta, afferma Nicoletta Giannattasio, Head of Content Talksmedia, di «un progetto di straordinario valore, capace di intrecciare l’interesse di appassionati di design, tecnologia e arte». «Nell’anamorfismo - spiega Emiliano Fava, Founder di Truly Design - possiamo trovare un’espressione visiva del «More than one thing»: quello che a un primo sguardo può sembrare un unicum, in realtà è in continuo divenire. Ecco perché le installazioni anamorfiche possono unire concettualmente l’auto e il mondo del design, interpretando al meglio la filosofia Volkswagen». Il progetto sarà diviso in tre installazioni: una interna ad Archiproducts, una scultura anamorfica esterna affiancata su via Tortona ed infine la facciata esterna decorata in collaborazione con Kriskadecor.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI