• Programmatic
  • Engage conference

30/06/2020

Sinapto lancia Workeet con una campagna digital

Ad occuparsi del naming e della comunicazione del servizio di smart working è stata l'agenzia The Van

Landing-page.jpg

Workeet è la soluzione ideata da Sinapto, agenzia attiva da oltre 20 anni nel mondo dei servizi ICT - per uno smart working facile da implementare e sostenibile economicamente. L’idea dell’azienda milanese è quella di integrare hardware, software, sicurezza, e “impacchettare” tutto in una proposta modulare a canone mensile, adatta in particolare alle aziende di medie dimensioni. Per comunicare il nuovo servizio, a partire dal nome stesso, fino alla creazione di una strategia di comunicazione digitale, Sinapto ha scelto l'agenzia The Van. Workeet, un neologismo nato giocando con le parole “work + kit”, è un nome semplice e diretto, pensato per sintetizzare le specificità del prodotto; la grafica è moderna e semplice, e richiama il logo Sinapto. La campagna pubblicitaria prevede formati digitali e un video in motion graphic che racconta il funzionamento del prodotto, pensati principalmente per LinkedIn. Le caratteristiche del prodotto, che propone tutto quello che serve - hardware, software e assistenza - per creare un ambiente di smart working senza preoccupazioni legate a tecnologia e sicurezza, sono riassunte nel claim “L’ufficio dove non c’era”. La campagna, infine, atterra su una landing page costruita per l’occasione, dove i visitatori trovano maggiori informazioni, il video e una prima anticipazione dei pacchetti con le diverse caratteristiche: una scelta precisa che evita i tempi e i costi della costruzione di un sito dedicato e al tempo stesso permette la conversione dei visitatori in lead, massimizzando gli investimenti. Il progetto di lancio di Workeet è pensato per evolversi gradualmente e integrare ulteriori elementi: come una strategia Seo, una comunicazione sui social, attività di content marketing e una pianificazione di inbound marketing. «Workeet è un progetto stimolante", afferma Luca Villani, partner di The Van, "perché risponde in tempo reale a un bisogno che è esploso nei mesi del lockdown, ma che entrerà a far parte stabilmente della nostra cultura lavorativa, che sarà un misto di home working, di smart working e di lavoro tradizionale. Per questo ci fa piacere avere contribuito a lanciarlo fin dal nome e ci auguriamo di accompagnarne l’evoluzione a lungo». «La collaborazione è iniziata con il piede giusto, ho notato fin da subito sintonia e partecipazione. Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto con The Van. Direi che ci sono tutte le premesse per continuare questo percorso e ottenere così i risultati a cui ambiamo», commenta Emmanuele Fabris, fondatore e socio di Sinapto. Al progetto hanno lavorato per The Van Andrea Valli (digital specialist e project manager), Stefano Foresti (copy), Chiara Temperato (content), Fancesca Delli Turri e Massimo Maciocia (visual), Valeria Piccardo e Claudio Fiumicelli (digital), Jenny Raimondo (video), con la supervisione del direttore creativo Steven Berrevoets.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI