• Programmatic
  • Engage conference

26/09/2018
di Rosa Guerrieri

Più della metà della popolazione digitale europea visita siti automotive. I dati di comScore

Nel suo nuovo studio, la società ha analizzato il settore automobilistico online in Europa, identificando le differenze chiave negli schemi comportamentali dei consumatori

automotive.jpg

Più della metà dei consumatori del settore digitale delle nazioni EU5 ha visitato siti del settore automobilistico a Giugno 2018, impiegandovi in media 33 minuti a persona. E' quanto rileva comScore nell'ambito del suo nuovo report “Il Settore Automotive in Europa”, che ha utilizzato dati multi-piattaforma da cinque nazioni europee (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) per evidenziare gli andamenti online che influenzano il settore automobilistico in Europa, identificando le differenze chiave negli schemi comportamentali dei consumatori. In media oltre la metà degli internauti europei visita siti automotive, ma i valori variano sensibilmente da nazione a nazione, passando dal 66 per cento della popolazione digitale adulta in Spagna, al 48 per cento in Germania. Il Regno Unito ha avuto il mercato più ampio con 27 milioni di persone che hanno visitato siti del settore automobilistico. Siti che forniscono servizi di supporto, come ad esempio preventivi o approfondimenti su parti di automobili, hanno generato traffico da 82 milioni di consumatori del settore digitale – quasi due volte il pubblico digitale dei siti di produttori di automobili. Per quanto riguarda la stagionalità, nella maggior parte delle nazioni EU5 l'entità del pubblico del settore automobilistico ha un picco nel periodo tra Marzo e Maggio, con un secondo incremento intorno a Novembre. Lo studio ha anche analizzato le preferenze digitali degli utenti che compiono significativi accessi a siti del settore automobilistico, individuando anche in questo caso ampie differenze a seconda della nazione: in Germania, ad esempio, rispetto alla media di tutti gli utenti internet, un visitatore di siti di trading finanziario ha una probabilità 2,4 volte maggiore di essere un utente che fa significativi accessi a siti del settore automobilistico; viceversa, i visitatori di siti di intrattenimento musicale hanno una probabilità del 12% in meno di esserlo. «I Dirigenti dell’industria automobilistica saranno lieti di sapere che il traffico aggregato dei siti ed app del settore rimane solido - afferma Guido Fambach, vice presidente senior, EMEA in comScore -. I produttori di auto si confrontano con l’innovazione – dai veicoli automatici al ride-sharing; questo rappresenta una sfida per il loro modello di business tradizionale. Tuttavia, i consumatori europei restano fedeli, per ora. Questo report fornisce informazioni di grande valore per i produttori di automobili che vogliono consolidare il rapporto con il loro pubblico più significativo». Il report è scaricabile a questo link.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI