Programmatic Italia

Nessun articolo risponde ai criteri di ricerca impostati.

Rubrica

Vietato vietare! La spinta gentile della Nudge Theory Vietato vietare! La spinta gentile della Nudge Theory

Vietato vietare! La spinta gentile della Nudge Theory

Modelli di attribuzione: uscire dal “last click” Modelli di attribuzione: uscire dal “last click”

Modelli di attribuzione: uscire dal “last click”

Self Driving Cars: il Long Form di Automobile.it Self Driving Cars: il Long Form di Automobile.it

Self Driving Cars: il Long Form di Automobile.it

Avviare una gara media? Ecco le 5 regole da mettere in atto pre-pitch Avviare una gara media? Ecco le 5 regole da mettere in atto pre-pitch

Avviare una gara media? Ecco le 5 regole da mettere in atto pre-pitch

Semplice non è banale, non è fake, non è breve Semplice non è banale, non è fake, non è breve

Semplice non è banale, non è fake, non è breve

Dal food advertising al social tasting Dal food advertising al social tasting

Dal food advertising al social tasting

Riflessioni su startup e programmatic: cosa porto a casa da VivaTech 2017 Riflessioni su startup e programmatic: cosa porto a casa da VivaTech 2017

Riflessioni su startup e programmatic: cosa porto a casa da VivaTech 2017

Giovani e Facebook: informati (ma non troppo) su privacy e verifica dei contenuti Giovani e Facebook: informati (ma non troppo) su privacy e verifica dei contenuti

Giovani e Facebook: informati (ma non troppo) su privacy e verifica dei contenuti

Le ultime news

Screenshot-20-620x348.png

Quando il programmatic incontra il gaming: il caso Tradelab e Netaddiction

Gaetano Polignano, Country Manager per l’Italia della piattaforma tecnologica, Daniele Gulti e Marco Perri, rispettivamente Direttore Commerciale e Responsabile area Gaming dell’editore, hanno illustrato i risultati dell’accordo tra le due società durante l’evento ospitato dalla redazione di Programmatic Italia e Engage

Riccardo-Polizzy-Zeotap-620x348.jpg

zeotap, completata l’integrazione con The Trade Desk

Prosegue la crescita della data company nel mercato programmatico. Polizzy Carbonelli: «A breve l’annuncio dell’accordo con un’altra DSP di primo piano, lavoriamo per rendere disponibili i nostri dati al massimo numero di centri media e clienti diretti»