• Programmatic
  • Engage conference

di Caterina Varpi

YouTube porta AR Beauty Try-On su Masthead e TrueView Video Discovery ads

Gli utenti possono scoprire, provare virtualmente i prodotti e acquistarli direttamente dall'annuncio

AR-Beauty-Try-On-youtube.jpg

YouTube rende disponibile per tutti gli investitori pubblicitari, per ora in versione beta, uno strumento ideato appositamente per le aziende del settore della bellezza. Si tratta di AR Beauty Try-On, presentato al Festival di Cannes, che ora è possibile usare nei formati Masthead di YouTube e TrueView Video Discovery ads su iOS e Android. Utilizzando la funzionalità di realtà aumentata lanciata lo scorso giugno, i brand potranno offrire la possibilità di testare virtualmente i propri prodotti, soprattutto i rossetti, su una vasta gamma di tonalità della pelle ai 2 miliardi di utenti attivi mensilmente sulla piattaforma video di proprietà di Google anche attraverso i due formati citati. Attraverso AR Beauty, gli utenti possono scoprire, provare virtualmente i prodotti e acquistarli direttamente dal video. Quando gli utenti toccano l'annuncio mobile Masthead o Trueview Video Discovery e accedono alla pagina di visualizzazione, possono utilizzare le fotocamere per smartphone frontali per vedere come appaiono le sfumature di rossetto con il tono della pelle e le caratteristiche del viso e possono in seguito acquistare i prodotti. "Abbiamo sperimentato come aiutare i brand a utilizzare la realtà aumentata su YouTube per raggiungere e coinvolgere maggiormente i propri consumatori. Il 90% dichiara infatti di aver scoperto nuovi prodotti e brand su YouTube e il tempo di visualizzazione dei video del settore Beauty è cresciuto del 75% nell’ultimo anno", spiega nel blogpost Samantha Weissman, Product Manager, AR Beauty. A utilizzare questo strumento tra i primi marchi c'è NARS, che ha raggiunto oltre 20 milioni di persone negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Canada e in Australia che, in media, hanno provato di più di 2/3 delle 24 tonalità di rossetto presenti, riporta il comunicato di Google. Si tratta di oltre mezzo milione di sfumature in totale provate fino ad oggi.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI