Visualizzazione condizionale: da MailUp una nuova soluzione per personalizzare le email

Automatizzare il processo di customizzazione delle email è fondamentale per aumentare la rilevanza dei messaggi. La società ha messo a punto un tool ad hoc. Ecco come funziona

di redazione Engage in collaborazione con MailUp
15 novembre 2019
mailup-visualizzazione-condizionale

Una fondamentale caratteristica dell’email potrebbe suonare come una contraddizione: è il canale di Digital Marketing più datato ma, al tempo stesso, quello che offre alle aziende il maggior potenziale di personalizzazione.

Tuttavia le aziende che mettono in moto un processo di personalizzazione delle campagne sono ancora troppo poche. A scoraggiarle è la difficoltà, la mancanza di tool immediati e accessibili a tutti.

È il momento di fare chiarezza, perché oggi, in realtà, oggi sono disponibili sul mercato strumenti e funzioni che permettono di implementare la personalizzazione automatica delle email in poche e semplici azioni.

Perché personalizzare le email?

  • Il 78% dei consumatori si sente più coinvolto quando le offerte sono personalizzate sul precedente comportamento (Marketo)
  • Il 79% dei clienti è disposto a condividere nuovi dati in cambio di maggiore engagement (Salesforce State of Marketing 2018)
  • Le email personalizzate hanno tassi di conversione 6 volte più alti e tassi di click unici superiori del 41% rispetto alle email non personalizzate (Marketing Land).

Un tool su tutti: Visualizzazione condizionale

La personalizzazione è questione di tecnologia e di immediatezza d’uso. Da questo punto di vista si registrano grandi passi avanti. Oggi, tra i tool messi a disposizione dal mercato, c’è Visualizzazione condizionale, una funzione integrata nella piattaforma MailUp che consente di automatizzare il processo di personalizzazione delle email, così da innalzarne il grado di rilevanza e, di conseguenza, i risultati: dai tassi di apertura ai click, fino alle conversioni.

Come agisce Visualizzazione condizionale? In estrema sintesi, consente – in fase di creazione del messaggio – di applicare regole di visualizzazione a righe e intere parti del messaggio, che poi vengono riempite automaticamente con i contenuti più adatti a ciascun destinatario. In altre parole Visualizzazione condizionale permette di recapitare ai destinatari campagne email con immagini e testi in linea con le loro caratteristiche, preferenze, esigenze e il loro precedente comportamento.

Aiutiamoci con un esempio pratico: un e-commerce di vestiti ha bisogno di inviare una campagna per lanciare una nuova collezione di jeans. Con Visualizzazione condizionale, quell’e-commerce può inviare automaticamente agli uomini la collezione maschile e alle donne la collezione femminile. Ecco il risultato:

Visualizzione-condizionale-mailup

Le operazioni per innescare la personalizzazione

Per creare una campagna differenziata come quella qui sopra bastano poche e semplici operazioni:

1. Creare le condizioni di visualizzazione. Come accennato sopra, serve creare le regole da applicare alle righe di contenuto. Per farlo occorre creare dei Filtri anagrafici, nel nostro caso i seguenti:

  • Clienti donna
  • Clienti uomo

2. Applicare le regole di visualizzazione. Una volta creati i filtri, bisogna entrare nella campagna email che si sta realizzando. Qui andranno creati due moduli gemelli: a uno applicheremo il filtro donna e all’altro il filtro uomo.

3. Visualizzare l’anteprima. Terminata la creazione del messaggio e applicate le condizioni, non rimane che visualizzare l’anteprima. Forse ti stai chiedendo: “se l’email arriva a una donna, cosa succede al modulo a cui abbiamo applicato il filtro uomo?”. Semplicemente non si attiverà, e verranno mostrati solo i contenuti del modulo donna.

Come puoi iniziare a usare Visualizzazione condizionale

Visualizzazione condizionale è una delle feature che MailUp rende disponibile nella sua nuova edizione della piattaforma: si chiama MailUp Premium, ed è stata pensata per quelle realtà per le quali l’Email Marketing non è solo uno dei tanti canali digital a disposizione, ma un asset chiave per le vendite.

Con il suo mix di tecnologia e supporto consulenziale, MailUp Premium permette di:

  • Gestire invii di campagne altamente personalizzate, grazie a Visualizzazione condizionale
  • Impostare campagne volte alla conversione
  • Inviare velocemente e garantire il recapito ai destinatari
  • Monitorare con attenzione i risultati delle campagne e conoscere il grado di engagement del proprio database per migliorarlo nel tempo
  • Mettere a punto strategie multicanale.

Come avrai capito, Visualizzazione è solo uno dei pilastri funzionali di MailUp Premium. Il nostro consiglio è quello di scoprire tutte le altre potenzialità e confrontare Premium con le altre edizioni. Se invece volessi capire più nel dettaglio se MailUp Premium è la soluzione giusta per il tuo business, la cosa più semplice è richiedere un preventivo.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.