Twenga presenta Smart Feed, soluzione di search engine marketing per la gestione delle campagne Google Shopping

Lo strumento utilizza algoritmi che combinano lo scoring di ogni singolo prodotto del rivenditore con il profilo dei clienti

di Caterina Varpi
23 giugno 2015
twenga-smart-feed

Twenga, sigla operante nel settore della pubblicità online, lancia una nuova soluzione di search engine marketing: Smart Feed. Questo servizio, disponibile in tutta Europa, permette agli e-commerce di aumentare le performance delle campagne pubblicitarie su Google Shopping, un canale di acquisizione sempre più importante.

La scelta delle parole chiave, i prodotti, le immagini, i titoli della campagna e il livello degli investimenti  sono tutti fattori che possono influenzare drasticamente il rendimento delle campagne Google Shopping. Smart Feed consente ai rivenditori di padroneggiare questa complessità, al fine di aumentare il giro d’affari e migliorare la redditività.

La soluzione utilizza algoritmi che combinano lo scoring di ogni singolo prodotto del rivenditore con il profilo dei clienti. Il motore predittivo di conversione di Twenga utilizza questi dati per stimare in modo preciso l’intenzione d’acquisto del cliente.

La soluzione utilizza diverse tecnologie, come l’ottimizzazione dei feed, grazie a cui vengono aggiornati costantemente i feed prodotto riscrivendo i titoli dei prodotti, selezionando e sincronizzando automaticamente le migliori foto per massimizzare il tasso di clic e la visibilità, e la granularità per cui le aste sono gestite per prodotto sulla base degli obiettivi del Cost of Sale e del ROI. Inoltre, la soluzione regola le aste ogni 30 minuti per monitorare i cambiamenti nel comportamento di acquisto e la disponibilità dei prodotti e automatizza la gestione delle parole chiave negative ed esclude i prodotti a basso rendimento. Inoltre, gruppi d’audience (RLSA) sono automaticamente creati per raggiungere gli utenti più attivi. 

Il monitoraggio di AdWords è completato da un sistema chiamato Smart Tracking che rileva anche i deboli segnali, come la visualizzazione di pagine prodotto o l’aggiunta di prodotti nel carrello, in modo da aumentare le performance.

I clienti che, da marzo, hanno testato la versione “beta” della soluzione, hanno notato un aumento del volume del traffico e un miglioramento della redditività in media del 50%.

«In un contesto in cui l’acquisizione di nuovi clienteli è sempre più competitiva, Google Shopping diventa un importante canale di e-commerce, ma è ancora complesso di utlizzo per molti rivenditori – spiega Bastien Duclaux, ceo e co-fondatore Twenga. – Grazie alla tecnologia avanzata della nostra piattaforma sem, oggi siamo in grado di offrire una soluzione efficace interamente orientata sul ROI».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.