• Programmatic
  • Engage conference

28/06/2018
di Caterina Varpi

Tre nuovi formati per Quantum Native Solutions

La piattaforma di AdUx amplia la propria offerta di native advertising con Reveal, Mosaic e Parallaxe e cresce a livello di inventory e di fatturato

Alessandro Ceratti

Alessandro Ceratti

Quantum Native Solutions, dopo essere entrato nella Coalition for Better Ads e aver rilasciato una nuova Ssp e l’header bidding proprietario, amplia la propria offerta di native advertising. La piattaforma che nel nostro Paese raccoglie più di 300 editori premium e oltre 500 milioni di impression mensili 100% viewable, riporta il comunicato stampa, lancia infatti tre nuovi formati, Reveal, Mosaic e Parallaxe. Reveal si compone di un’immagine interattiva che, in base al posizionamento del cursore, rivela la creatività nella sua interezza, incuriosendo lentamente l’utente. reveal-it-1 Grazie al nuovo formato Mosaic, invece, gli advertiser avranno la possibilità di inserire, proprio come tasselli di un mosaico, differenti creatività legate alla stessa tematica. mosaic-it-1 Infine, grazie alla tecnologia di Quantum, con Parallaxe, solo quando l’utente scorre la pagina, visiona interamente la creatività, aumentando l’engagement con il brand. parallax-it-1 «Il native è sempre più proiettato al futuro ed è fondamentale sviluppare nuovi formati che si adeguino alle direttive della Coalition for Better Ads per favorire gli utenti e siano al contempo efficaci in ottica adv. I nuovi formati introdotti quest’anno sono il risultato di una serie di studi legati a sottolineare l’identità e l’awareness dei brand dei nostri clienti con lo scopo di fidelizzarli al marchio. Quantum basa lo sviluppo dei nuovi formati sullo storytelling e sulla tecnologia ponendo al centro sempre l’utente. Raccontare una storia rappresenta un momento di condivisione di emozioni e i brand hanno compreso questa logica per trasmettere il loro messaggio, in questo caso ovviamente pubblicitario. Ciò che fa Quantum Native Solutions è offrire loro una varietà di formati in grado di adeguarsi ad ogni loro esigenza narrativa e di engagement», racconta Alessandro Ceratti, Head of Quantum Native Solutions Italia. Intanto il 2018 è iniziato in maniera positiva: «Come ha dichiarato Cyril Zimmermann all'Osservatorio Internet Media tenutosi il 7 giugno a Milano, il 2018 è e sarà un anno sicuramente interessante e con tanti cambiamenti a iniziare proprio dall'introduzione del GDPR. La prima parte dell'anno ha visto Quantum in crescita sia a livello di inventory sia di fatturato. Per tutto il secondo semestre prevediamo la progressiva presentazione di prodotti in linea con le richieste del mercato e con la filosofia native.».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI