Investitori italiani per Lucy, l’assistente digitale per il targeting pubblicitario

Mercurio Capital Partners è il principale investitore della piattaforma che tramite l’intelligenza artificiale offre soluzioni innovative nella segmentazione del target, nel media planning e nelle ricerche di mercato

di Simone Freddi
05 settembre 2016
Lucy-assistente-virtuale

Sarà Mercurio Capital Partners, società d’investimento a guida italiana (tra gli imprenditori coinvolti, Marco MassiniIvano Panetti e Steven Tarino) basata a New York, l’investitore principale nel Series A round della piattaforma Lucyl’assistente digitale per il marketing che tramite l’intelligenza artificiale offre soluzioni innovative nella segmentazione del target, nel media planning e nelle ricerche di mercato.

L’investimento, così come concordato da Mercurio Capital con i fondatori di Equals 3 Media LLC, apporterà le risorse necessarie (fino a 5 milioni di euro) allo sviluppo di funzionalità aggiuntive della piattaforma Lucy, al potenziamento del suo team e all’incremento delle attività di marketing.

La tecnologia di Lucy è sviluppata pensando ad aziende medie e grandi e ad agenzie di advertising, media e marketing. Basata sul motore di intelligenza artificiale Watson di IBM, Lucy sfrutta la potenza del cognitive computing per portare a termine con maggiore accuratezza e velocità operazioni di marketing come ricerca e analisi di mercato, segmentazione del target e media planning.

Per creare Lucy, Equals 3 Media LLC ha unito l’esperienza dei fondatori nel creare soluzioni per numerosi brand globali e agenzie marketing e media con numerose funzioni del motore di intelligenza artificiale IBM Watson. Lucy è in grado di assorbire enormi quantità di dati, sia strutturati che non strutturati, interpretare domande e fornire risposte dettagliate e complesse in pochi secondi.

«Lucy risolve il problema che affligge da anni i professionisti del marketing e le agenzie: l’eccessiva quantità di dati e l’inefficienza nell’organizzazione degli stessi», spiega Scott Litman, uno dei fondatori di Equals 3 Media LLC. «Il fatto che Lucy possa processare e completare in un giorno la mole di lavoro che, in precedenza, avrebbe richiesto mesi di lavoro, rappresenta un cambiamento epocale – aggiunge Litman -. Riteniamo che i migliori risultati possibili scaturiscano dalla simbiosi tra uomo e macchina: l’unione di individuo e tecnologia permette di raggiungere risultati molto superiori alla semplice somma dei due».

La piattaforma è stata testata per sei mesi in versione “beta” da Havas Media, una delle maggiori agenzie di media planning e buying mondiali, beneficiando di una riduzione significativa dei costi di consulenza esterni e una riduzione dei tempi di lancio delle campagne: «L’impatto di Lucy sul nostro business è significativo, nonostante il breve periodo di utilizzo», conferma Laura McElhinney, senior vice president di Havas Media Technology. «Ancora più interessante è il fatto che essa impari e si evolva continuamente, migliorando l’accuratezza delle sue risposte, semplificando le fasi di ricerca e sviluppo delle campagne e permettendoci di offrire un servizio ottimale ai nostri clienti».

Tra i primi beta-tester del prodotto, c’è anche un’azienda italiana. Si tratta di Turbo, il leader italiano indipendente del Programmatic Advertising. “Le potenzialità che un servizio come Lucy offre – dichiara il CTO Marco Franciosa – sono davvero impressionanti per chi come noi ha messo il data management al centro del proprio business”

Accanto ai dati di marketing proprietari delle aziende che la utilizzano, Lucy al momento lavora, tra gli altri, con quelli di Advertising Research Foundation, American Marketing Association, Facebook, Kantar, Ipsos, Media Ocean, Omniture e Twitter, estendendo continuamente l’ammontare di informazioni a disposizione degli utenti.

«Questa operazione suggella una relazione tra i principals di Mercurio Capital Partners e i fondatori di Equals 3 Media iniziata due anni fa, periodo durante il quale i due team hanno imparato ad apprezzare le rispettive esperienze e conoscenze», afferma Ivano Panetti, managing partner di Mercurio Capital. «Il nostro network globale» aggiunge «accelererà la traiettoria di crescita di Equals 3 Media, che già vanta tra i suoi utilizzatori agenzie e prestigiosi brand globali».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.