Email marketing e tassi di consegna: a lezione da GraphicMail

Quella della “deliverability” è una questione troppo spesso sottovalutata. Il country manager Nicolò Capone ci aiuta a capire come evitare di finire in spam, in blacklist, in junk folder

di engage
18 aprile 2014
GraphicMail-HP

Quando si parla di email marketing e se ne analizzano gli aspetti positivi e negativi, salta sempre fuori quello relativo alla “deliverability”, ovvero la effettiva capacità di consegna presso le caselle di posta. Pubblichiamo sul tema questo contributo di Nicolò Capone, country manager di GraphicMail Italia, piattaforma di email marketing tra le più”affidabili” sul mercato. 


Quella della “deliverability” è una questione sì conosciuta, ma troppo spesso ignorata e sottovalutata; adesso è arrivato il momento di capire come effettivamente è possibile evitare di finire in spam, in blacklist, in junk folder, studiare le cause e le problematiche tecniche che determinano l’inevitabile mancato recapito.

GraphicMail, piattaforma di email marketing attualmente tra le più importanti sullo scenario web, rilascia continui aggiornamenti in tema di sicurezza informando i suoi clienti sulle giuste procedure da adottare per mantenere una buona reputazione, per creare email e newsletter in maniera corretta, per essere riconosciuti e non bloccati e ribadisce con fermezza che è severamente sconsigliabile il “fai da te se si desidera fare una buona campagna, acquisire nuovi clienti, comunicare con loro in modo sicuro e duraturo. Per fare ciò, è fondamentale affidarsi a mani esperte supportate da un’infrastruttura solida e sicura, cioè da piattaforme specializzate in email marketing in grado di fornire garanzie e qualità dei servizi offerti.

Spesso, però, capita, sebbene l’email sia corretta, ben preparata e legittimamente inviata, di essere ugualmente classificati come spam e di conseguenza di non vedere recapitata la propria email, o addirittura di essere bloccati ingiustamente. In molti, non trovando alcuna risposta esaudiente a questo ostacolo, hanno deciso di abbandonare l’idea di investire risorse e tempo in nuove attività come quella dell’email marekting, rifugiandosi in metodi tradizionali e poco affidabili, trovandosi di nuovo nella posizione di partenza cioè di fronte alla scelta di nuove strade da intraprendere.

 

Ma perché arrendersi? Perché non indagare più a fondo? Perché non essere propositivi?

In prima analisi, senza difficoltà si potrebbero evidenziare problemi semplici e facilmente individuabili ad esempio nel contenuto del messaggio che, sebbene all’apparenza costruito correttamente potrebbe essere definito “sospetto” perché:  mostra alcune anomalie grammaticali,  potrebbero ricorrere troppo spesso parole quali gratis, download, free ecc, oppure il codice html utilizzato non è valido, sono presenti troppe immagini o ci sono elementi nascosti che disturbano  il giusto transito del messaggio.

Si tratta di elementi che inducono i provider di posta elettronica a bloccare l’uscita e quindi la ricezione dell’email a discapito purtroppo sia del mittente, ignaro di tutte queste importanti caratteristiche, sia del destinatario non raggiunto.

Problemi tecnici, più seri riguardano invece, la reputazione del proprio IP, o meglio, il suo grado di affidabilità e altri fattori che incidono purtroppo negativamente e che compromettono la consegna del messaggio. Esempi sono:

  • l’età dell’IP (un IP recente sarà considerato meno affidabile di un vecchio IP)
  • il volume d’invio (un IP che spedisce con costanza sarà considerato più affidabile di uno caratterizzato da continui alti e bassi nei flussi di spedizione)
  • la quantità di bounced (il numero di recapiti falliti in percentuale sugli invii totali incide notevolmente sulla reputazione di un IP)
  • la quantità di spam trap in cui è caduto il proprio IP (un IP caduto in diverse spam trap non sarà certo considerato affidabile..e verrà compromesso)

In realtà ci sarebbero altri mille problemi che si possono verificare quando si preferisce continuare ad adottare metodi tradizionali, sistemi sviluppati internamente, poco professionali o ormai obsoleti, ed è certamente più probabile che si finisca per scivolare su questioni negative relative alla deliverability, che ci trovi ad analizzare i tassi di consegne ovviamente bassi, a capire il perché ci sono email non pervenute, segnalazioni di abusi, di errore, di spam ecc. e si finisca per tanto a spendere tempo e denaro per tentare di rimediare.

 

Allora perchè non adottare misure e servizi più idonei?

Chi sceglie GraphicMail, sceglie flessibilità, sicurezza, professionalità e perchè no anche risparmio.

GraphicMail garantisce risultati sicuri e certi, è una piattaforma tra le più conosciute e presente in 20 nazioni, in grado di fornire i migliori servizi e le più sofisticate funzionalità per l’email marketing. Grazie alle sue ottime relazioni con i maggiori provider assicura alti tassi di consegna in tempi brevi, monitorati e misurabili da report e statistiche dettagliate e in continuo aggiornamento; anche grazie al monitoraggio dei Feedback Loop, circa le eventuali segnalazioni di spam ricevute dagli utenti che ricevono i messaggi, è possibile gestire al meglio le proprie campagne.

GraphicMail è accreditata presso le più importanti white list internazionali come “Return Path” e MAAWG”, per questo la probabilità che le proprie email vengano contrassegnate come Spam si riducono notevolmente e di conseguenza aumenta la deliverability (tasso di email recapitate nella cartella “Posta in Arrivo”).

Le uniche ma preziose raccomandazioni che GraphicMail elargisce a tutti i suoi iscritti, ma anche a chi si sta approcciando all’email marketing per la prima volta, riguardano la cura e la gestione delle proprie mailing list e delle proprie newsletter mediante:

  • politiche di registrazione rigide in grado di verificare la bontà delle richieste di inserimento nella lista (è consigliabile utilizzare sempre il Double Opt-In)
  • politiche di cancellazione chiare, facili e trasparenti inserendo in ogni messaggio inviato il link per richiedere l’esclusione dalla lista;
  • breve privacy policy da inserire a norma di legge;
  • gestione puntuale degli eventuali bounced evitando di continuare ad inviare posta ad indirizzi non raggiungibili;
  • creazione di email e newsletter dal contenuto testuale ed il markup HTML equilibrato (troppo codice e poco contenuto comporta un serio rischio di finire nello spam);
  • il giusto equilibrio anche tra immagini e contenuto testuale;
  • evitare elementi nascosti nel codice HTML;
  • evitare di utilizzare frequentemente parole come gratis, free, download, ecc.
  • è consigliabile effettuare lo spam-test sul proprio messaggio prima di procedere con la spedizione:
    • in fase di test vedere come verrà visualizzata l’ email nei vari client di posta elettronica;
    • seguire l’andamento delle campagne analizzando i risultati, ottimizzando le successive.

Tutto questo e molto altro con GraphicMail lo puoi fare, e sarai seguito e sostenuto qualora qualcosa non funzionasse per il verso giusto.

Per GraphicMail è importante educare i propri clienti a credere nel valore dell’email marketing, al rispetto di tecniche e procedure professionali mediante le quali è possibile dare rilevanza ai propri messaggi, far circolare notizie e informazioni, far crescere la propria attività, il proprio brand; solo lavorando con metodi e mezzi innovativi e performanti, con passione, con attenzione e cura dei dettagli che si ottiene successo e riscontro positivo da parte dei propri clienti.

“Credi nel potere dell’ email marketing, dai valore alla tuo business, e dimentica i problemi di spam”

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.