• Programmatic
  • Engage conference

19/06/2018
di Simone Freddi

I servizi di Contactlab si rinnovano: al via Contactlab Marketing Cloud

Conoscenza, automazione, personalizzazione e analisi sono le parole chiave della nuova piattaforma, presentata a Milano nell'ambito della quinta edizione della Contactlab Conference

Massimo Fubini apre ContactLab Conference 2018

Massimo Fubini apre ContactLab Conference 2018

Contactlab, l'azienda italiana leader nel marketing digitale multicanale, rinnova la propria offerta ai clienti con il varo ufficiale della Contactlab Marketing Cloud: una nuova piattaforma di servizi che in tempo reale è in grado di creare una comunicazione personale verso il cliente, guidata dall’intelligenza artificiale (ma senza rinunciare al valore aggiunto dello "human touch"). La Contactlab Marketing Cloud è stata presentata martedì a Milano in occasione della quinta edizione della Contactlab Conference, evento di approfondimento sui trend del marketing multicanale. «Nell’era dei big data è importante raggiungere l’utente con messaggi pertinenti e interessanti su tutti i canali utilizzati» ha spiegato in apertura Massimo Fubini, Ceo & Founder di Contactlab. «Per questo abbiamo dato vita a Contactlab Marketing Cloud, la piattaforma cloud che aiuta a migliorare la qualità delle interazioni con i clienti, aumentandone il valore e agevolando la finalizzazione dell’acquisto». Attraverso una comunicazione personale, in tempo reale e guidata dall’intelligenza artificiale, la nuova offerta di Contactlab promette alle aziende che la scelgono di conoscere meglio i propri utenti, veicolando messaggi più efficaci ovunque e in qualsiasi momento. Conoscenza, automazione, personalizzazione e analisi sono le parole chiave che contraddistinguono la piattaforma, come ha spiegato Paolo Santori, Chief Product Officer di Contactlab, chiamato nel suo intervento a scendere nel dettaglio della Contactlab Marketing Cloud. «Li riconosci, coinvolgi, interessi e comprendi. La profilazione di ogni utente attraverso la raccolta dati consente di prevedere modelli di comportamento e interagire a seconda dei bisogni e sul canale più efficace nel momento giusto. Dopo che il processo diventa un contenuto veicolato in un dialogo one-to-one multicanale, vengono analizzati l’engagement e l’impatto delle campagne i cui dati andranno ad arricchire i profili con i risultati ottenuti», ha detto il manager. Paolo-Santori-Contactlab La nuova suite Contactlab Marketing Cloud mette a disposizione del cliente un un kit completo di tecnologie, che comprendono soluzioni dedicate a conoscenza del cliente (dalla raccolta dati da canali digitali e fisici agli algoritmi per prevedere modelli di comportamento), automazione multicanale della comunincazione, personalizzazione del messaggio, analisi e reportistica. A tutto questo si aggiunge l’offerta consulenziale e i servizi human-based, affidati a un gruppo di professionisti altamente qualificati suddivisi in team esperti nei vari mercati verticali. Questa struttura, denominata Customer Success, affianca i clienti nelle loro strategie di customer engagement ma anche a livello operativo, sia nell’esecuzione delle campagne sia durante il set up e l’integrazione delle componenti tecnologiche. «Offriamo una consulenza esperta, personalizzata in base alle necessità e alla maturità digitale di ciascun cliente», ha spiegato Andrea Longo, VP Customer Success di ContactLab. «I servizi human-based sono diventati indispensabili per fornire ai brand soluzioni con alti livelli di personalizzazione e di analisi comportamentale nell’attuale scenario del marketing digitale, in cui occorre sempre più raccogliere, interpretare e utilizzare grandi moli di dati e integrare architetture software da integrare sui sistemi di terze parti. Occorre però non delegare completamente alla macchina il controllo e il rapporto con il consumatore: solo il contatto umano completa i vantaggi dell’intelligenza artificiale adattandoli su misura per il cliente». Oltre al lancio della piattaforma come celebrazione dei 20 anni dell’azienda fondata da Massimo Fubini, la Conference è stata occasione per parlare in maniera approfondita di marketing digitale, customer experience, modelli predittivi, comunicazione multicanale e conversational commerce. Paolo-Santori-Contactlab L'evento, giunto alla quinta edizione (ma fino allo scorso anno si chiamava "SEND", con il cambio di denominazione che sottolinea la crescita di ContactLab anche al di fuori del mondo dell'email marketing tout court), ha registrato anche quest'anno un'ottima affluenza di presenti tra clienti, prospect, professionisti e giornalisti accreditati.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI