Citynews converte le sue notizie in contenuti audio con la voce sintetica

Il nuovo servizio editoriale, a cui si aggiungerà subito dopo quello di advertising, atteso nelle prossime settimane

di Lorenzo Mosciatti
17 aprile 2019
Fernando Diana, Walter Bonanno e Luca Lani
Fernando Diana, Walter Bonanno e Luca Lani

Citynews sperimenta in larga scala l’automazione e la voce sintetica per la conversione dei propri contenuti. 

Il management del Gruppo Editoriale era infatti alla ricerca di una soluzione per trasformare in audio un flusso di più di 40.000 notizie al mese, ovvero quasi 1.500 al giorno. “Farlo con il classico speakeraggio con voce umana con questa mole di contenuti sarebbe stato impossibile da un punto vista di efficienza, ma soprattutto poco coerente con il nostro impegno di coniugare la tradizionalità del giornalismo con l’animo innovatore che contraddistingue da sempre la nostra azienda”, dichiara Walter Bonanno, Direttore Generale del Gruppo.

“La voce sintetica ha fatto passi da gigante”, aggiunge Fernando Diana, Ceo Citynews. “Tanto che oggi è disponibile un vero e proprio linguaggio SSML (Speech Synthesis Markup Language) che permette di dare dettagli alla voce sintetica per ogni singola parola di un testo, istruendo il software su applicazione di enfasi, pausa, accento, espansione di acronomi, disambiguazione dell’omografo”.

“Il team R&S di Citynews ha sviluppato una piattaforma proprietaria editoriale che utilizza gli avanzati algoritmi di rete neurale di deep learning e artificial intelligence per sintetizzare il testo in una varietà di voci“, annuncia Luca Lani, Ceo del Gruppo. “La piattaforma si interfaccia con tutte le più recenti piattaforme di TTS (Text-to-Speech) in particolare Google WaveNet, Polly di Amazon, Watson di Ibm. Il goal è quello di integrare le più moderne tecnologie con un intervento della struttura giornalistica: infatti il test di prodotto sta evidenziando che, per quanto la voce sintetica sia ormai quasi indistinguibile, per generare un servizio audio di livello è necessario un lavoro di preparazione di testi specifico che sarà in carico alla struttura giornalistica di Citynews”

“I servizi che si possono creare sono numerosi: da Audio TG aggiornati sempre a pochi minuti prima ad Audio TG composti su misura in base agli interessi degli utenti, fino a podcast con news iperlocali sul proprio quartiere. La fruizione avverrà tramite app e mobile sito proprietaria, ma anche con parziale distribuzione presso tutte le piattaforme di assistant vocale”, sottolinea Fernando Diana.

“Citynews è il primo gruppo editoriale a sperimentare in Italia l’automazione e la voce sintetica per la conversione in larga scala di decine di migliaia di contenuti. Il Team Ricerca e Sviluppo di Citynews, guidato da Krzysztof Wasielewski, dopo diversi mesi di studio e lavoro, ha iniziato il beta testing del prodotto audio e tra qualche settimana saremo pronti a lanciare il nuovo servizio editoriale a cui si aggiungerà subito dopo quello di advertising”, conclude Walter Bonanno.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.