• Programmatic
  • Engage conference

20/07/2018
di Caterina Varpi

Il browser Vivaldi integra Qwant come motore di ricerca

L'integrazione consente a entrambe le realtà di condividere i propri valori e obiettivi comuni: rispetto della privacy, protezione dei dati e neutralità

vivaldi-qwant.jpg

Accordo tra Vivaldi e Qwant all'insegna del rispetto della privacy. Secondo la partnership, che coinvolge l'unico browser europeo e il principale motore di ricerca europeo, infatti, Vivaldi integra nella sua ultima versione Qwant, che si è da poco rinnovato, nell'elenco di opzioni di ricerca. L'integrazione consente a entrambe le realtà di condividere i propri valori e obiettivi comuni: rispetto della privacy, protezione dei dati e neutralità. Gli utenti di Internet potranno cercare in rete i risultati desiderati senza alcuna profilazione pubblicitaria. Sia Vivaldi sia Qwant, infatti, non tengono traccia dei loro utenti e non raccolgono o scambiano informazioni sulle persone. Gli utenti che installano Vivaldi per la prima volta trovano Qwant nel campo di ricerca a destra della barra degli indirizzi. Facendo clic sull'icona della lente di ingrandimento viene visualizzato un menu di opzioni relative alla ricerca, tra cui Qwant. "Crediamo che Internet possa fare meglio. 'Internet for All', mantra che è fedele alla filosofia di Vivaldi, ci ha portato all'accordo con Qwant, una società che condivide valori simili ai nostri. Non crediamo nel monitoraggio dei nostri utenti o nella profilazione dei dati - afferma Jon von Tetzchner, Ceo e co-fondatore di Vivaldi Technologies. - Siamo estremamente entusiasti di offrire ai nostri utenti un'alternativa di ricerca che li protegga dalla sorveglianza di massa". "Siamo molto lieti di poter contare su un nuovo partner come Vivaldi - afferma Eric Leandri, Presidente e co-fondatore di Qwant. - Abbiamo scelto di collaborare con Vivaldi perché, coerentemente con nostri valori e l’idea di etica che difendiamo quotidianamente, condivide con noi l’obiettivo di diffondere un web migliore”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI