Pioggia di novità per l’Assistente Google, che diventa poliglotta

All’IFA di Berlino l’azienda di Mountain View ha presentato una serie di sviluppi per la sua interfaccia basata sull’intelligenza artificiale, sempre più al centro della strategia della società

di Andrea Di Domenico
31 agosto 2018
google-ok

Pioggia di novità per l’Assistente Google, che diventa poliglotta. All’Ifa di Berlino, l’azienda di Mountain View ha presentato questo passo in avanti, grazie al quale il numero crescente di famiglie bilingue in tutto il mondo potranno rivolgersi all’assistente in due idiomi diversi, ricevendo sempre risposte appropriate. La novità è spalmabile su più dispositivi compresi quelli per la casa ‘smart’: Attualmente, l’Assistente può comprendere qualsiasi coppia di lingue in inglese, tedesco, francese, spagnolo, italiano e giapponese. “ci espanderemo a più lingue nei prossimi mesi”, spiega Big G.

Non si fermano qui le novità di casa Google in tema di intelligenza artificiale, sempre più alla base della strategia della società. C’è per esempio anche l’arrivo in nuovi mercati di Google Home Max, l’altoparlante ad alta fedeltà, importante in questo senso perché proprio la musica, ha spiegato Google, è uno dei modi più popolari in cui le persone usano l’assistente virtuale. E dopo aver introdotto il primo Smart Display il mese scorso con Lenovo, Google ora espande la proposta con il lancio di Link View di JBL nelle prossime settimane, dedicato alla cucina. Si può usare la voce per scorrere lo schermo e seguire una ricetta, controllare la casa intelligente, guardare la TV in diretta su YouTube TV e fare videochiamate con Google Duo. Gli Smart Display sono inoltre integrati con Google Calendar, Google Maps, Google Foto e YouTube.

L’Assistente Google è così importante che Google dedica un tasto apposito, su più telefoni e cuffie Android. Alcuni dei più recenti dispositivi tra cui LG G7 One, SHARP Simple Smartphone 4 e Vivo NEX S, ora dispongono di pulsanti dedicati per accedere facilmente all’Assistente. Inoltre, il nuovo Xperia XZ3 di Sony e Blackberry Key 2 LE sfruttano anche le scorciatoie per attivare lo strumento.

Nel tentativo di rendere più diffuso l’uso dell’Assistente Google, la società negli scorsi mesi ha lanciato la prima campagna pubblicitaria italiana dedicata: una serie di spot subito diventati popolari in cui volti noti come Alessandro Borghese, Elisabetta Canalis, Fedez e Gennaro Gattuso, a casa come in viaggio, si rivolgono allo strumento, attraverso lo smartphone o lo speaker intelligente Google Home, per svolgere piccoli o grandi compiti del loro quotidiano.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.