L’AI per ottimizzare la pubblicità sui siti: Google lancia AdSense Auto ads

Il sistema utilizza l’apprendimento automatico per analizzare una pagina, indicando quali inserzioni possono essere appropriate, quale è la posizione più adatta agli annunci e in quale numero mostrarli

di Caterina Varpi
21 febbraio 2018
adsense

Google introduce una novità pubblicitaria su AdSense, che punta sull’uso dell’intelligenza artificiale per consentire agli editori dei siti web di posizionare al meglio gli annunci sulla propria piattaforma web.

Si tratta di AdSense Auto ads, un sistema che utilizza l’apprendimento automatico per analizzare una pagina, indicando quali inserzioni possono essere appropriate in quel contesto, quale è la posizione più adatta agli annunci e in quale numero mostrarli.

Il servizio, lanciato in fase beta ad aprile dello scorso anno per un numero ristretto di publisher e a cui si accede con il proprio account AdSense, è ora disponibile per tutti. I riscontri da parte di chi ha testato il sistema sono stati positivi, con un incremento medio delle entrate del 10%, riporta Google, che nel blogpost ufficiale segnala quali possono essere i vantaggi di questo sistema: ottimizzazione, opportunità di monetizzazione e facilità di utilizzo.

AdSense è un prodotto usato dagli editori in tutto il mondo, rappresentando 27 miliardi di dollari dei 32 miliardi di ricavi di Alphabet, holding a cui fa capo Google, nell’ultima trimestrale, e presenta già un buon grado di automazione. Con Auto Ads, l’intelligenza artificiale viene applicata per capire dove inserire l’annuncio e analizzare la sua resa, in modo da “insegnare” al sistema come meglio posizionare le pubblicità nel futuro.

AdSense Auto ads, come funziona

Grazie all’intelligenza artificiale, Auto ads mostra le inserzioni solo quando hanno le caratteristiche per avere un buon rendimento su una determinata pagina e offrono una buona esperienza utente. Il sistema, inoltre, identifica gli spazi pubblicitari disponibili e inserisce nuovi annunci. Infine, con Auto ads è sufficiente selezionare i formati che si desiderano mostrare sulle pagine e inserire il codice degli annunci sulle pagine una sola volta. Con la nuova funzione Advanced Url settings, inoltre, si potranno pubblicare formati diversi su pagine diverse.

Tra i diversi formati disponibili, ci sono Anchor, Vignette, Text, display, In-feed e Matched content.

Per i publisher che hanno inserito gli annunci a livello di pagina, il codice verrà automaticamente migrato per essere eseguito con Auto ads. Gli editori che utilizzano le Amp per le pagine mobili dovranno utilizzare il codice per gli annunci Amp Auto.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.