Domee.com si evolve: la startup nata all’interno di Nana Bianca diventa Swite.com

Lanciata sul mercato italiano l’evoluzione della piattaforma per costruire in modo semplice ed automatico un Social Web Site, per professionisti, aziende e utenti di tutto il mondo. Introdotte nuove interfaccia, funzionalità e grafica

di Teresa Nappi
13 luglio 2015
Swite_com-sito

Swite.com, la piattaforma che crea un sito web con un solo click partendo dal contenuto già presente sui social network, è online da oggi e cambia nome dal precedente Domee.com. Insieme al nuovo nome, Swite introduce una nuova interfaccia, nuove funzionalità e una nuova grafica.

Per chi non ha una conoscenza tecnica è davvero difficile creare un sito web: deve capire cos’è un hosting, acquistare un dominio, scrivere il contenuto da inserire nel sito, trovare il tempo per aggiornare tutto. Francamente, chi sa cos’è un DNS?

Swite.com semplifica tutto questo perché permette a chiunque di creare il proprio sito, in modo semplice e veloce, partendo dai contenuti che giornalmente carica sui propri social network. Swite, in pochi secondi, infatti, usando post, video e foto già pubblicati online crea un sito web che rimarrà sempre aggiornato sincronizzando i contenuti in maniera automatica o manuale.

«Pensando allo sviluppo del prodotto e a come in futuro aumenterà la possibilità di personalizzare il proprio sito da parte dell’utente, ci siamo accorti che al nostro linguaggio mancava una parola», spiega Simone Falcini, CTO. «Un sito costruito attorno ai contenuti pubblicati dagli utenti sui propri social network, un Social Web Site, Swite significa proprio questo», conclude.

Il progetto, fondato da tre giovani, Valerio Gioia e Francesco Pisano, oltre al già citato Simone Falcini, dal 2013 è accelerato da Nana Bianca a Firenze e coinvestito da fondi di venture capital italiani P101 e Club Italia Investimenti 2. Questi contributi hanno permesso alla startup di crescere sia dal punto di vista del team che ad oggi conta 10 giovani professionisti, sia dal punto di vista dello sviluppo del prodotto, con il rilascio costante di nuove funzionalità.

Molte le novità introdotte in questi mesi, come la versione 2.0, che grazie a una sezione dedicata alla gestione dei contenuti permette di aggiornare i contenuti sia in maniera automatica sia in maniera manuale, offrendo così un maggior controllo sulla privacy degli utenti. Inoltre è possibile creare più di uno swite collegando diversi account social e creare uno swite partendo da una Pagina Facebook, funzionalità che ha permesso anche alle piccole imprese e ai professionisti di avere una propria presenza online e di far conoscere la loro attività ad un ampio pubblico.

Jarrod Fath, ceo di Swite.com, afferma: «I nostri utenti sono davvero incredibili, stilisti di abiti, designers grafici, architetti, attori, piloti, freelancer, associazioni, persone che vogliono avere una presenza professionale online e persone che desiderano condividere i loro progetti e le loro passioni. Lavoro nel mondo della tecnologia da un po’ ma non ho un background tecnologico e capisco la difficoltà e la frustrazione che una persona può provare nel creare un sito. Voglio che i nostri utenti possano concentrare i loro talenti sulle cose incredibili che fanno e Swite li aiuterà a raccontare la loro storia».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.