Copyright: YouTube lancia la campagna #SaveYourInternet sull’Articolo 13

L’iniziativa, che chiama in causa i creator della piattaforma, punta a sensibilizzare l’opinione pubblica e convincere l’Unione Europea a modificare il testo della nuova normativa

di Alessandra La Rosa
29 novembre 2018
youtube

Pochi giorni dopo l’annuncio della potenziale chiusura di Google News nel Vecchio Continente, Google continua la sua personale crociata contro la normativa europea sul copyright, stavolta attraverso YouTube e, in particolare, contro l’Articolo 13 del regolamento.

La piattaforma video di Big G ha infatti lanciato questa settimana la campagna #SaveYourInternet, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica e convincere l’Unione Europea a modificare il testo della normativa.

La campagna parte da un sito dedicato, in cui Matt Kovalakides, manager of content strategy and production di YouTube Scaled Education, spiega l’Articolo 13 e la posizione di YouTube nei suoi confronti, chiedendo ai creator della community di attivarsi per sensibilizzare il loro pubblico. “L’articolo 13 fa parte della legislazione europea sul copyright creata con l’intento di tutelare meglio la creatività e permettere ai titolari del copyright di proteggere i propri contenuti online in modo efficace. Noi sosteniamo gli obiettivi dell’articolo 13, ma la versione attuale proposta dal Parlamento europeo potrebbe avere gravi conseguenze non previste che cambierebbero il Web così come tutti lo conosciamo oggi. Riteniamo ci possa essere una soluzione migliore”, si legge sul sito.

Secondo YouTube, l’articolo attualmente costringerebbe la piattaforma a cancellare la maggior parte dei video caricati dai creator in Europa, e ad evitare il caricamento di nuovi contenuti fino a che non sia stato provato che i creatori detengono i diritti per ogni cosa mostrata nei video, compresi suoni e immagini. Stando al testo della normativa, infatti, sulle piattaforme che distribuiscono i contenuti – come appunto YouTube – ricadrebbe la responsabilità di controllare le violazioni del copyright per ogni contenuto caricato dagli utenti.

La piattaforma chiede dunque ai suoi creator di realizzare dei video sull’Articolo 13 e di twittarli utilizzando l’hashtag #SaveYourInternet. Diversi i creator italiani che hanno aderito alla campagna, tra cui Willwoosh e Favij.

La campagna non è il primo tentativo di YouTube di far sentire la propria voce sull’Articolo 13. Recentemente la CEO della piattaforma Susan Wojcicki aveva pubblicato un blog post in cui sottolineava le preoccupazioni della società in merito al regolamento, poi riproposte in un editoriale sul Financial Times.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.