Raccolta, Shopping, Visite al Punto Vendita: i 3 formati pubblicitari del Natale su Facebook e Instagram

Oltre la metà degli italiani non ha ancora comprato i regali da mettere sotto l’albero. A Giulio Ravizza, Marketing Lead di Facebook Italia, abbiamo chiesto qualche consiglio per i brand e le aziende che vogliono avere successo nella corsa agli acquisti natalizi last-minute

di Simone Freddi
10 dicembre 2018
Giulio-Ravizza-Facebook-Instagram
Giulio Ravizza

Natale è ormai alle porte, ma a conti fatti oltre metà degli italiani è ancora alla ricerca di regali e pensieri da mettere sotto l’albero. Secondo una ricerca condotta da Facebook, il 54% dei nostri connazionali concentrerà gli acquisti a ridosso del 25 dicembre. A Giulio Ravizza, Marketing Lead dell’azienda cui fanno capo Facebook e Instagram (nonché WhatsApp), abbiamo chiesto qualche consiglio utile per i brand e le aziende che vogliono avere successo in queste ultime due, decisive settimane pre-natalizie.

Giulio, la maggioranza degli italiani dichiara di trovare su Facebook e Instagram inspirazioni utili per i doni da mettere sotto l’albero. Quali sono le parole chiave per conquistare gli acquirenti “last-minute”?

Ce ne sono essenzialmente due: “video” e “mobile”. La prima è video perché oggi essenzialmente è così che si cattura l’attenzione. Durante le festività, i consumatori sono inondati di annunci da parte dei brand ed è quindi importante che i propri messaggi pubblicitari spicchino fra gli altri. I video sono uno dei modi più efficaci di connettersi con le persone, ed è proprio l’Italia a guidare il trend, con i tassi più alti di consumo di video da mobile dell’Europa occidentale. La seconda è “Mobile” perché lo smartphone sta confermando sempre di più il suo ruolo strategico in tutte le fasi che definiscono il rapporto di un brand con il consumatore. Non solo sul mobile si scoprono i prodotti, ma il 45% di chi compie acquisti online acquirenti dichiara di fare acquisti in modo più consapevole usando lo smartphone. Inoltre, il 34% degli acquirenti trova più pratico per gli acquisti lo smartphone rispetto al negozio fisico, e anche per chi preferisce comprare in negozio, il dispositivo mobile è una bussola a portata di mano: in Italia durante la stagione natalizia il 40% degli acquirenti dichiara di usare lo smartphone mentre fa acquisti in negozio.

Ma quali sono gli strumenti che i brand possono utilizzare per promuovere al meglio i propri prodotti durante le festività natalizie?

Tra i nostri vari formati cito tre prodotti che sono particolarmente rilevanti in questo periodo: su Facebook il formato Raccolta, che consente alle persone di saperne di più sui prodotti dei brand e di sfogliare le loro offerte attraverso un’esperienza completamente integrata nell’annuncio pubblicitario. I consumatori interessati possono attingere a Raccolta dal News Feed e passare rapidamente dalla scoperta all’acquisto in un’esperienza fluida e coinvolgente. Su Instagram spicca invece il formato Shopping, che permette di taggare i propri post, le Storie e ora anche i video con dettagli su prodotti e prezzi, in modo che i consumatori possano facilmente passare dalla scoperta all’acquisto attraverso un’interfaccia del tutto simile a un ecommerce tradizionale. Grazie anche a questo formato, che abbiamo esteso anche nella sezione “Esplora”, ci aspettiamo che il traffico prodotto dall’e-commerce su Instagram aumenti del 51% quest’anno rispetto alle ultime festività. Ogni mese sono 90 milioni gli account su Instagram che cliccano su un post contenente il tag Shopping per conoscere meglio i prodotti. Infine, lo strumento “Visite al punto vendita” aiuta le aziende a incrementare il traffico in negozio targettizzando i consumatori vicini con messaggi personalizzati e basati sulla loro posizione, magari invitandoli a recarsi nel punto vendita per acquistare i regali dell’ultimo minuto.

A fianco di Facebook, Instagram conquista sempre più spazio nelle abitudini degli utenti e nelle strategie dei brand. Come si devono considerare questi due canali per usarli in modo sinergico?

Instagram e Facebook devono il loro successo alle rispettive peculiarità, e lo stesso vale anche in chiave di comunicazione. Instagram è il luogo giusto prima di tutto per investire sulla “bellezza”: la bellezza di uno scatto, di una creatività, di un prodotto. E poi su Instagram ci si racconta, con le Storie. Il Natale ci offre tantissimi spunti: un esempio tra tutti: Ikea in questi giorni sta facendo una bellissima campagna, usando le Storie in modo davvero creativo per proporre un “Calendario dell’Avvento” dei prodotti natalizi che non possono mancare in ogni casa (sotto: una Storia parte della campagna Ikea, ndr). Facebook, invece, oltre a una reach di 31 milioni di utenti mensili, offre coinvolgimento, grazie alla natura più “interattiva” del mezzo. Inoltre, oggi con la funzione “Live” su Facebook si può usare il mezzo del video in modo originale e davvero molto ingaggiante.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.