Pinterest: arriva la pubblicità. Il costo? Tra 1 e 2 milioni di dollari

Il social starebbe progettando di stabilire i tra 30 e 40 dollari il costo per 1.000 visualizzazioni (CPM) dei suoi “promoted pins”, da visualizzare nel feed degli utenti. Il debutto del servizio nel secondo trimestre

di Alessandra La Rosa
25 marzo 2014
Pinterest

Esistono pubblicità che verrebbe voglia di staccare dai giornali e appendere al muro. Ed è probabilmente a questo tipo di “belle” pubblicità che ha pensato Pinterest per i suoi, propri, prodotti adv. “Native”, naturalemente.

Stando a quanto riporta il Wall Street Journal, a quattro anni dal lancio, il social network, che attualmente non ha revenue ma ha raccolto 564 milioni di dollari dai suoi investitori, intenderebbe inserire sulla propria piattaforma un servizio di pubblicità a pagamento. Questo dovrebbe succedere nel secondo trimestre dell’anno, quindi tra poco, e l’idea sarebbe quella di inserire degli annunci “piacevoli” per lo user.

Il capo del settore pubblicitario di Pinterest, Joanne Bradford, sempre secondo quanto riporta il WSJ, ha infatti dichiarato che la pubblicità sul social network delle fotografie sarà pensata in modo tale da potersi trasformare quasi in opere d’arte. I primi esperimenti del formato, realizzati con un piccolo gruppo di inserzionisti – tester, appaiono simili alle altre immagini postate sulla piattaforma, con la sola differenza di avere l’etichetta “promoted pins” sul bordo in basso.

Secondo quanto riportato da Ad Age, la piattaforma starebbe cercando di instaurare accordi con una serie di brand sulla base di un impegno di spesa piuttosto cospicuo: tra 1 milione e 2 milioni di dollari. Pinterest starebbe inoltre progettando di stabilire tra 30 e 40 dollari il costo per 1.000 visualizzazioni (CPM) dei suoi “promoted pins”, da visualizzare nel feed degli utenti.

Fino ad ora, l’unico utilizzo di Pinterest da parte delle aziende consisteva nel postare immagini sulla propria pagina, ma questo faceva sì che le sole persone che potevano vedere i “pins” brandizzati erano i follower del brand, non più di poche centinaia di migliaia per i marchi più seguiti. Grazie ai “promoted pins”, adesso gli advertisers possono potenzialmente raggiungere un numero di persone molto più alto: oggi Pinterest conta oltre 70 milioni di utenti.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.