I consigli di Instagram ai brand per comprendere il proprio pubblico e far crescere il business

Il social fa il punto sugli strumenti che mette a disposizione dei brand che vogliono far conoscere prodotti e servizi alla propria community

di Lorenzo Mosciatti
20 febbraio 2020
instagram

Instagram fa il punto sugli strumenti che mette a disposizione delle aziende che vogliono far conoscere prodotti e servizi alla propria community.

Partendo dal presupposto che trasformare le visualizzazioni in contatti o acquisti è la parte più difficile del funnel, il social di proprietà di Facebook propone ai brand una serie di funzioni per conoscere più da vicino sia i visitatori sia la community, e per capire quali contenuti siano maggiormente apprezzati, quali formati funzionino meglio e in quale orario si crei maggiore interazione.

Instagram mette innanzitutto a disposizione di tutti coloro che hanno un account aziendale una pagina dedicata ai Dati Statistici del profilo.

Il primo passaggio da tenere in considerazione, consiglia Instagram, è selezionare le metriche più rilevanti in base agli obiettivi di business dell’azienda

Se l’intenzione è quella di aumentare la notorietà del brand, è utile prestare particolare attenzione alle metriche visite al profilo, impression, copertura e follower, che si trovano nelle tab Contenuti o Attività, e al numero di follower al giorno o alla settimana nella tab Pubblico. Queste metriche consentono di monitorare il numero di persone che visualizzano il profilo, i post e le Storie. Toccando “Visualizza dati statistici” su un post specifico è quindi possibile capire in che modo le persone lo hanno scoperto: grazie agli hashtag, alla home o al profilo.

Se l’obiettivo è quello di connettersi con la community, può essere efficace analizzare le metriche che misurano le interazioni con i contenuti, ad esempio i “Mi piace”, le condivisioni, i commenti e i salvataggi che si trovano nella tab Contenuti. Queste metriche consentono di monitorare in che modo le persone interagiscono con foto e video. Inoltre, è possibile esaminare metriche come e-mail, messaggi e/o chiamate per scoprire in che modo le persone preferiscono comunicare con l’azienda.

Se lo scopo è di aumentare le vendite, è interessante analizzare la metrica clic sul sito web, nello specifico click al link nella bio. Per monitorare invece metriche specifiche sui post per lo shopping, è possibile visualizzare i clic in uscita e aperture del prodotto. Queste metriche consentono di scoprire se le persone visitano il sito web e a quali prodotti sono più interessate.

E’ quindi importante per l’azienda capire se il pubblico di Instagram corrisponda ai suoi clienti.

Consultando la tab Pubblico dei dati statistici è possibile verificare i dati demografici dei follower: città, paese, fascia d’età e genere. Questi dati permettono di stabilire se il pubblico di Instagram effettivamente corrisponda ai profili dei clienti attuali e, nel caso, modificare la strategia per colpire – su Instagram – il target che più si avvicina ai propri bisogni.

Le aziende devono poi valutare le metriche nel corso del tempo e modificare di conseguenza l’utilizzo di Instagram.

I dati statistici di Instagram possono anche essere utilizzati per personalizzare i contenuti in base alla community di riferimento seguendo quattro vie:

E’ fondamentale innanzitutto individuare gli elementi ricorrenti nelle foto e nei video che stanno ottenendo buoni risultati, specialmente guardando alle metriche che sono pertinenti agli obiettivi di business. Ad esempio, se l’obiettivo è connettersi con la community, è importante individuare le foto e i video che ottengono più interazioni come “Mi piace”, salvataggi e condivisioni. Una volta scoperte le tipologie di contenuti che hanno ottenuto buoni risultati nei post e nelle storie, si possono personalizzare foto e video seguendo i suggerimenti sulle creatività. Tra le guide proposte, ad esempio, ci sono i consigli su come creare storie interattive e divertenti o per scrivere didascalie che invoglino le persone a continuare la lettura.

I contenuti caricati sulla pagina devono essere interessanti per il pubblico, per cui è importante tenere sempre a mente nel processo creativo i dati demografici e mantenersi aggiornati su tendenze e mode all’interno del gruppo.

I dati statistici permettono anche di vedere quando la maggior parte dei follower è attiva su Instagram. Pubblicare foto e video quando i follower sono attivi permette di ottimizzare il numero di persone che vedono e interagiscono con i contenuti.

Dopo aver pubblicato la prima inserzione, interpretando i dati statistici e le prestazioni relative, è possibile migliorare, se necessario, la prossima. Su Gestione inserzioni è possibile, inoltre, creare più inserzioni per la stessa campagna e scoprire quali foto e video ottengono i risultati migliori. qui una guida per la gestione delle  inserzioni.

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial