L’hashtag compie 12 anni. Le più belle campagne dei brand su Twitter

Come i brand italiani e stranieri utilizzano gli hashtag come strumento indispensabile per guidare le conversazioni con il loro pubblico. I casi di Volvo, Ford, Carrera e tanti altri

di Caterina Varpi
22 agosto 2019
hashtag-10-anni

L’hashtag compie 12 anni. Tutto è iniziato il 23 agosto 2007, quando l’utente Chris Messina ha suggerito con un tweet di usare il simbolo # nelle conversazioni di gruppo sulla piattaforma, diventando uno dei simboli più caratteristici dell’era digitale.

Da quel momento le comunità hanno iniziato a utilizzare gli hashtag per condividere la propria voce e interagire con altri utenti in conversazioni su scala internazionale, che in alcuni casi hanno dato vita a veri e propri movimenti globali, come i recenti #MeToo o #FridaysForFuture.

In Italia, momenti come #Sanremo o la vittoria delle Olimpiadi Invernali #MilanoCortina2026, hanno generato quest’anno un impressionante volume di conversazioni, coinvolgendo sia gli utenti che i brand.

Per le aziende su Twitter gli hashtag sono pertanto diventati uno strumento indispensabile per guidare le conversazioni con il loro pubblico e mantenere forte il legame con la cultura e l’attualità.

Secondo una ricerca recente di Twitter e MagnaGlobal, la rilevanza di un brand in termini ‘culturali’ è quasi importante quanto la percezione del marchio stesso: il 25% della decisione di acquisto di un consumatore è legato infatti al coinvolgimento culturale con il brand.

Le campagne internazionali di maggior successo

REI #OptOutside in occasione del Black Friday 

REI, retailer di abbigliamento sportivo statunitense, nel 2015 ha preso l’insolita decisione di chiudere i propri negozi durante il Black Friday. Il brand ha voluto cavalcare un’importante occasione per incoraggiare le persone a svolgere attività all’aria aperta dando il via a un vero e proprio movimento ‘culturale’. L’hashtag utilizzato, #OptOutside, ha generato tweet di oltre 1,4 milioni di utenti e un numero record di adesioni alla propria co-operativa da parte di nuovi membri.

Volvo #VolvoContest in occasione del Super Bowl 

Durante il Super Bowl 2015, Volvo ha sapientemente distolto l’attenzione dai competitor che hanno trasmesso spot televisivi durante l’evento. Ad ogni pubblicità, il brand ha incoraggiato i propri utenti a partecipare a un contest – #VolvoContest – per vincere un’auto. La campagna ha raggiunto risultati straordinari, con un aumento delle vendite del 70% e la vittoria del Grand Prix Lions di Cannes nella categoria Direct.

Mucinex per il #SuperSickMonday

La società farmacologica americana Mucinex è partita da un’evidenza per dare il via a una memorabile campagna di comunicazione: rispetto a qualsiasi altro giorno dell’anno, il giorno dopo il Super Bowl registra il maggior numero di persone che si danno malate al lavoro.

Il brand ha lanciato quindi l’hashtag #SuperSickMonday per ottenere visibilità durante l’evento sportivo più popolare dell’anno, registrando 53,7 milioni di impression e raggiungendo 11,9 milioni di persone su Twitter.

Wendy’s #NuggsForCarter

La catena di fast food Wendy’s ha sfidato un fan a ottenere 18 milioni di retweet per vincere un anno di crocchette di pollo gratuite. Il tweet è fino a quest’anno quello più ritwittato di tutti i tempi e l’hashtag #NuggsForCarter ha spopolato sulla piattaforma.

E in Italia? Ecco alcuni esempi

Ford Italia per il #WorldSleepDay

Durante il #WorldSleepDay Ford Italia ha deciso di sfruttare l’attenzione pubblica per la sua campagna di sensibilizzazione volta a una guida sicura. Il brand ha chiesto provocatoriamente agli utenti: “Se chiudessi gli occhi alla guida quante cose perderesti?” Lanciando l’hashtag #DontSleepAndDrive.

La risposta è nei tweet della campagna: “Bastano pochi secondi per perdere tutto, #DontSleepAndDrive.

Ford ha inoltre interagito con gli utenti che hanno twittato con l’hashtag #WorldSleepDay – sponsorizzato dal brand stesso – per generare maggiori conversazioni sul tema della guida sicura.

Carrera durante la Formula 1 

Carrera, sponsor del Team Alfa Romeo Sauber in F1, ha realizzato una campagna “InStream” sui contenuti più significativi relativi agli aggiornamenti della Formula 1, sfruttando un importante evento sportivo e mediaticamente molto seguito su Twitter.

L’adv mostra Carmen Jordá, pilota automobilistica spagnola, che indossa occhiali da sole Carrera mentre guida un’Alfa Romeo. L’hashtag utilizzato per la campagna è stato #DriveYourStory.

KLM Italia #perunmarepulito 

La compagnia aerea KLM Italia, da sempre sensibile ai temi ambientali, ad aprile 2019 ha lanciato la campagna social #perunmarepulito per sensibilizzare gli utenti alla problematica della plastica nei mari e nell’ambiente: per ogni post pubblicato con questo hashtag, la società si è impegnata a raccogliere 1 kg di plastica dal mare. Ad oggi KLM ha installato 5 seabin nel mar Mediterraneo.

Lanciata in occasione della messa in acqua del dispositivo Seabin, il cestino che cattura i rifiuti galleggianti nel mare, la campagna si concluderà con una gara in cui sarà premiata la foto più votata sul sito di KLM.

Ferrari lancia l’hashtag #essereFerrari

La scuderia di Maranello ha scelto di lanciare il nuovo hashtag #essereFerrari in occasione della presentazione della nuova SF 90, la 65esima monoposto realizzata per il Gran Premio d’Australia 2019. L’hashtag ha assunto le connotazioni di “passione, appartenenza, integrità, competizione, eccellenza, tradizione”, generando in Italia 108 mila tweet.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.