Facebook userà i dati sulla navigazione su siti e app per erogare pubblicità mirata

Annunciate oggi, le novità riguarderanno inizialmente gli Stati Uniti per poi diventare globali. La privacy degli utenti sarà garantita attraverso nuovi strumenti di gestione offerti agli iscritti al sito, tra cui Ad Preferences

di Simone Freddi
12 giugno 2014
Ad_Preferences_Screenshot_61214

Facebook ha annunciato oggi alcuni miglioramenti in direzione di una maggiore rilevanza della pubblicità online. In particolare, il social network inizierà a breve ad utilizzare informazioni sui siti visitati e sulle app utilizzate dagli utenti per erogare annunci in base agli interessi degli stessi.

“Oggi, apprendiamo i vostri interesse soprattutto in base alle cose che fate su Facebook, come le Pagine per cui esprimete il vostro like. Presto, iniziando dagli Stati Uniti, includeremo anche informazioni da alcuni dei siti e app che usate. Si tratta di advertising basato sugli interessi, e molte aziende lo fanno già”, si legge nel post pubblicato nella newsroom di Facebook.

(qui sotto, un video rilasciato da Facebook che illustra la novità)

Ad oggi, i cambiamenti riguardano quindi solamente gli Stati Uniti, anche se l’obiettivo è quello di un lancio globale nei prossimi mesi, come ha fatto sapere la sede italiana della società in un nota.

Da dove ricava Facebook i dati sulla navigazione esterna? Dagli onnipresenti plug-in con i pulsanti like o share distribuiti da tempo in tutta la rete, che consentono alla società di Menlo Park di osservare il comportamento dei suoi 1,28 miliardi di utenti mensili anche all’esterno di Facebook.

Come sottolinea la società, questa nuova pratica, facendo leva sulle categorie di interesse, fornirà alle persone contenuti realmente rilevanti per loro, consentendo consente alle aziende di ottenere eccellenti performance in termini di ottimizzazione e personalizzazione.

Contestualmente, Facebook ha annunciato la release di alcuni nuovi strumenti per garantire la privacy degli utenti. Innanzitutto sarà possibile disattivare totalmente questo tipo di pubblicità utilizzando lo strumento messo a disposizione dalla Digital Advertising Alliance (opt-out tool), supportato da Facebook e da altre 100 aziende, oppure utilizzando gli strumenti forniti dal proprio device Android o iOS. Inoltre, le persone potranno verificare e gestire le categorie di interessi associate al proprio profilo attraverso il nuovo strumento Ad Preferences.

Lo strumento Ad Preferences

Ad Preferences informa l’utente sul perché sta vedendo quel particolare annuncio e gli permette di consultare e modificare le categorie di interesse con l’obiettivo di mostrare i post sponsorizzati che sono di reale interesse per lui.

Ecco come funziona:

•      Si può cliccare su qualsiasi annuncio pubblicitario su Facebook per sapere perché si sta vedendo quel particolare annuncio

•      Si possono anche consultare le categorie di interessi associate al proprio profilo, aggiungerne di nuove o rimuoverne altre con lo scopo di vedere gli annunci che realmente sono di interesse

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.